Commenta

Viadana, Ferreri attacca
la maggioranza su
tutta la linea

ferreri-viadana_ev

Nella foto, Domenico Ferreri e il municipio di Viadana

“Se il Presidente del Consiglio e Dario Anzola pensano che Ferreri non faccia più parte della maggioranza, facciano un comunicato stampa e lo dichiarino in Consiglio Comunale, invece di usare tutti quei falsi giochini con della documentazione falsa e non confermata dall’UDC”: parole dello stesso Domenico Ferreri, che torna su quanto accaduto settimana scorsa in sala consiliare a Viadana.

“Confermo nuovamente, – ribadisce il consigliere – forse per chi non ha ancora capito che Ferreri è dell’UDC. Se questi personaggi non sono capaci di dialogare, di confrontarsi e di progettare non è colpa mia. Non devono prendersela con gli altri, ma con loro stessi. Ma che diritto hanno loro di giudicare noi? Se loro per primi non vogliono essere giudicati? Ma quante volte si sono disturbati per discutere della situazione penosa che abbiamo in amministrazione comunale? In questi due anni quale sono state le loro proposte?”.

Ferreri entra poi nel merito del bilancio, precisando i motivi per cui, secondo lui, “non si può accettare”: “fino ad alcuni mesi fa i costi di alcune voci erano completamente diversi”. Questi gli esempi citati da Ferreri: “piazzola ecologica da 300mila euro a 590mila, rifacimento pista d’atletica da 250mila euro a 300, caserma dei Vigili del Fuoco 1 milione di euro non concordato, spese gestione biblioteca da 53mila euro a 90mila, consumo di energia elettrica pub da 400mila euro a 643mila”.

Non solo: “troviamo ancora delle altre voci, di 900mila euro per ristrutturazione piscina. Come si può pensare di mettere in bilancio per una nuova scuola Cogozzo/Cicognara al costo di 5 milioni euro? Avranno le pareti oro zecchino. La voce di 450mila euro per ristrutturazione immobili comunale, a cosa si riferisce?”

Ferreri chiosa con una stoccata: “La città di Viadana é ormai morta, senza grandi speranze. Ci vogliono persone con capacità costruttive e soprattutto di confronto. Se si legge e si spulcia il bilancio riga per riga, sono sicuro che neanche loro lo voterebbero. Un bilancio fatto su misura per sostenere un binario preferenziale. Coscienza e sani principi sono la speranza di questo Comune”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti