Commenta

Desalu, Europei al via
Ecco gli avversari
più temibili

favoriti.ev

Nella foto, da sinistra Zeze, Mitchell-Blake, Lawler, Desalu e Hudson-Smith

I piedi sui blocchi di partenza, la pistola verso l’alto, uno sparo e via. Mancano poche ore alla battaglia dei 200 metri di Rieti 2013, il campionato Europeo Juniores. E tra i 47 atleti che si sfidano c’è anche lui, Esoesa Fausto Desalu da Casalmaggiore.

Il talento dell’Interflumina E’Più Pomì, entrato nel gruppo d’élite delle Fiamme Gialle, sulla carta vale un posto in finale, ma la speranza è di vederlo sul podio. Alle 19,15 di oggi tutti sintonizzati su RaiSport 1 per la diretta delle batterie. Semifinali domani alle 16 e finale sempre domani alle 18,25.

Per capire quali siano le sue chance, abbiamo verificato i tempi dei suoi avversari, ovviamente quelli più pericolosi. Fausto vanta il quarto tempo valutando il record personale di ognuno, e va detto che i primi 5 si staccano nettamente dagli altri, tutti sopra i 21 secondi. E’ curioso notare come la miglior prestazione di ciascuno di 5 sia stata ottenuta negli ultimi due mesi, a dimostrazione come ognuno di loro arrivi all’appuntamento al top della forma.

Passiamo dunque in rassegna i 4 probabili avversari di Desalu per un posto sul podio. Partiamo dal migliore sulla carta, il francese Mickael-Meba Zeze, il quale ha ottenuto un 20”74 il 7 giugno scorso a Bonneuil-sur-Marne. Sui 100 metri vale 10”44 e sulla distanza corta vinse il bronzo ai Mondiali giovanili  del 2011 (e fu 5° sui 200). Appena superiore il tempo fatto registrare il 1° luglio dal britannico Nethanee Mitchell-Blake: 20”76 a Greensboro. E’ l’unico del gruppetto ad essere sceso per due volte sotto i 21 secondi. Sui 100 vale 10”43. Al terzo posto ecco l’irlandese Marcus Lawler, che il 1° giugno a Tullamore ha fermato il cronometro sul tempo di 20”87. E’ una saetta sui 100: 10”38, ed è l’unico classe 1995 (gli altri sono tutti del ’94). Quarto dunque Fausto Desalu col suo 20”94 fatto registrare il 16 giugno a Rieti, mentre il personale sui 100 di 10”60 è stato ottenuto domenica scorsa. A chiudere il breve elenco è l’altro britannico Matthew Hudson-Smith, che il 6 luglio a Birmingham ha ottenuto 20”98.

Tenuto conto della categoria, non sono da escludere sorprese, con qualche atleta che potrebbe espoldere in occasione della manifestazione continentale. Occhio dunque allo svizzero Mouthon, al francese Anouman (entrambi accreditati di 21”16), al belga Vanderbemden (21”17), al britannico Reid (21”22), allo sloveno Janezic (21”25: è l’unico minorenne dei top 15), al russo Yefimov (21”30), al bielorusso Siratsiuk (21”35) e al francese Thomas (21”36).

Dunque le batterie di oggi saranno 5, coi 4 migliori che passano assieme ai 4 migliori tempi alle 3 semifinali di domani.

Si conosce già la composizione delle batterie. Tra i 13 citati, in batteria 1 (ore 19,15) ci saranno Lawler e Reid, oltre all’italiano Pivotto. Desalu sarà al via (in corsia 4) nella seconda batteria (ore 19,22) con Vanderbemden. Alle 19,29 la batteria 3 con Hudson-Smith e Anouman, alle 19,36 la batteria 4 con Mitchell-Blake, Mouthon, Yefimov e Thomas, alle 19,43 batteria 5 con Zeze, Janezic, Siratsiuk e anche l’italiano Nobili.

Vanni Raineri

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti