Commenta

Micolo: “Casalmaggiore nel ’14
avrà il candidato
di centrodestra”

micolo-casalmaggiore-ev

Nella foto il coordinatore del Pdl di Casalmaggiore Marco Micolo

“Non so se con una lista civica o con un colore di partito, ma nel 2014 il centrodestra casalese avrà con ogni probabilità il suo candidato sindaco”. Parola di Marco Micolo, avvocato, coordinatore del Popolo della Libertà di Casalmaggiore dalla primavera 2011.

“Noi del Pdl non ci riconosciamo nella linea politica di Ferroni, anzi dei Ferroni. Questo è ormai assodato e lo ribadiamo. Presenteremo una lista alternativa, con idee diverse”. Nessun riavvicinamento alle porte, dunque. Nessuna coalizione: se questi sono i presupposti, alle prossime elezioni amministrative maggiorine (che prevedono il doppio turno in quanto Casalmaggiore ha superato i 15mila abitanti) potrebbero esserci più correnti in seno al centrodestra casalese, vista anche la presa di posizione del Pdl locale nei confronti di Giuseppina Mussetola, che alle ultime elezioni per il consiglio regionale lombardo si è schierata con Roberto Maroni.

“Non sarò io il candidato del centrodestra”, precisa Micolo, che non si sbilancia sui nomi: “E’ prematuro parlarne ora. A settembre, dopo la riunione con coordinatori provinciali e regionali, ne sapremo di più”.

Anche perché il Popolo della Libertà è destinato a finire, per volontà del suo fondatore: Silvio Berlusconi ha ribadito che si tornerà a Forza Italia. “Ad oggi non si sa se il reset delle cariche sarà totale, quindi anche la mia stessa funzione di coordinatore potrebbe finire con lo scioglimento del Pdl e la rinascita di Forza Italia”.

Micolo vede positivamente il ritorno alle origini: “L’accorpamento di più forze politiche nel Pdl ha forzato la convivenza di anime diverse. Tornare a Forza Italia significherà anche trovare all’interno del partito il successore carismatico di Berlusconi”.

Simone Arrighi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti