Commenta

Sasso sfonda finestra
atto vandalico
a Casalmaggiore

vandalismi-grassi-ev

Nella fotogallery, le conseguenze dell’atto vandalico

Un gesto vandalico e vigliacco ha scosso la serata di mercoledì di un cittadino casalese, Ennio Grassi, residente in via Italia. Mentre l’uomo si trovava con la famiglia sulla poltrona del salotto a guardare la tv, ha sentito un fortissimo boato.

“Credevo fosse il terremoto e mi sono spaventato”: racconta. Sono però bastati pochi attimi per comprendere il vero motivo dello spavento: un sasso ornamentale, dal peso non indifferente, era infatti stato scagliato da ignoti contro la finestra principale della casa.

“Hanno rotto completamente il primo vetro e il sasso avrebbe sfondato anche il secondo vetro, che però è doppio è quindi ha tenuto. Fortunatamente avevo le tapparelle alzate, altrimenti mi avrebbero rotto anche quelle”.

“La cosa peggiore – prosegue Grassi – è che mia figlia è stata male, anche se ora si è ripresa: da quel che abbiamo potuto dedurre assieme ai carabinieri, chiamati subito dopo il fatto, avvenuto attorno alle 22.30, chi ha scagliato il sasso lo ha fatto con molta violenza, probabilmente sporgendosi da una delle impalcature che ho in giardino, a causa di qualche lavoro che sto svolgendo. Lo stesso sasso ornamentale è stato preso dal mio giardino”.

Ennio Grassi, dopo avere avuto il tempo di realizzare, si è precipitato fuori da casa e, assieme a una vicina di casa, ha visto due ragazzi che scappavano in direzione argine, ridacchiando. “Un gesto stupido e vigliacco, non capisco come ci si possa divertire così”.

Va detto che Ennio Grassi è noto in città per avere intrapreso, assieme ad altri esponenti del comitato Santa Lucia, una battaglia contro il rumore proveniente dalla zona Lido Po. “So che la nostra battaglia ha dato fastidio a molti, anche giovani, che frequentano il locale in golena, ma non voglio parlare di atti intimidatori, o meglio non voglio crederci – taglia corto Grassi – anche perché prove non ce ne sono e spero non si arrivi a tanto. Potrebbe essere stato semplicemente il gesto di due balordi. E comunque i miei sospetti li ho espressi ai carabinieri di Casalmaggiore”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti