Commenta

Bozzolo, si tuffa vestito
in piscina. E poi fa
arrivare i Carabinieri

piscina-ev

Cercava probabilmente un momento di celebrità ed esibizionismo il tizio che si è voluto gettare in acqua completamente vestito. Il fatto è accaduto l’altro giorno nella piscina comunale di Bozzolo. Davanti a parecchia gente tra cui donne e bambini l’uomo, un tunisino sui quarant’anni, ha compiuto il salto lanciandosi in acqua con pantaloni e maglietta cosi com’era arrivato. A nulla sono valse le reazioni del personale addetto alla gestione che ha voluto fargli comprendere che, per elementari norme igieniche, non ci si deve tuffare con gli abiti indosso. Lo straniero invece di accettare l’osservazione ha reagito inveendo e minacciando di chiamare la Guardia di Finanza perchè secondo lui nel locale non si emettevano scontrini. E la telefonata in effetti il personaggio l’ha fatta alla Finanza che però l’ha girata ai Carabinieri di Bozzolo. Una pattuglia quindi ha raggiunto la Piscina trovandosi davanti al tunisino che avrebbe proposto ai militari di annullare la denuncia accettando di chiudere un occhio se qualcuno gli avesse pagato da bere. Una decisione insolita per chiudere una situazione altrettanto bizzarra, per usare un eufemismo.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti