Commenta

Plateatico gratis
per feste di beneficenza
Proposta del Listone

europa7_ev

Nella foto un momento della festa dell’Europa di maggio, il cui ricavato andò alla Rete

Niente più tassa sul plateatico a chi organizza feste su suolo pubblico, il cui ricavato venga assegnato in beneficenza a La Rete o, più in generale, venga girato dal comune di Casalmaggiore ai bisognosi. E’ questa la proposta che il Listone, gruppo politico capeggiato dal consigliere comunale Carlo Gardani, sottopone all’amministrazione. “Ci sembra giusto premiare chi fa del bene” spiega il consigliere “. Parliamo di beneficenza a tutto tondo, che riguardi la distribuzione di cibo, medicinali o materiale di studio. Insomma, di tutte le iniziative che La Rete sta portando avanti”.

In questo momento il regolamento sul plateatico non prevede forme di rimborso chiare, spiega Gardani. “Può darsi che qualche premio dall’amministrazione arrivi comunque, ma dato che siamo per la massima trasparenza, chiediamo che il comune cambi il regolamento in modo limpido, per non dare adito a possibili illazioni. Non è giusto improvvisare forme di rimborso, più corretto sarebbe modificare le regole a monte, evitando di fare pagare il plateatico”.

Naturalmente l’esenzione dalla tassa riguarderà solo le feste di beneficenza e non quelle, ad esempio, che servono per finanziare l’attività delle stesse società promotrici. La seconda proposta del Listone, legata alla prima, è la possibilità di unificare gli enti che erogano gli aiuti ai bisognosi: “Chiediamo che non esistano più tante “parrocchie” o tanti “punti vendita”. Meglio un solo punto di raccolta per tutti, per evitare confusione o doppioni e per avere un migliore controllo della situazione. Inoltre, chiediamo che siano distribuiti cibo, medicinali o altro materiale, ma non soldi, perché sappiano che molti utilizzano quei contanti per andare a giocare a slot machines o similari”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti