Commenta

Silla su Marcegaglia:
“Modestia e semplicità
tradotte in generosità”

silla-marcegaglia-ev

Nella foto, il sindaco Claudio Silla nello stabilimento Marcegaglia di Casalmaggiore

“Un paio di anni fa concedemmo al cavalier Marcegaglia il titolo di cittadino onorario di Casalmaggiore. Avendo aperto una fabbrica qui nel nostro Comune ed arrivando ad assumere poco meno di 500 operai garantiva il pane per altrettante famiglie. E queste ci sembravano ragioni sufficienti perchè si meritasse il titolo”. Così il sindaco di Casalmaggiore Claudio Silla, sulla figura di Steno Marcegaglia.

“Ricordo che lui in persona mi ringraziò per il gesto e poco dopo essere uscito dal Municipio mi chiamò chiedendomi cosa avrebbe potuto fare per sdebitarsi. Incredibile la sua modestia e semplicità che poi tramutò in generosità facendoci arrivare l’arredamento completo per sistemare l’aula magna della nostra Scuola Media”.

L’inaugurazione dell’aula costituì un’altra occasione per far giungere il cavaliere a Casalmaggiore. In quell’occasione, come in altre precedenti parlò a lungo raccontando agli studenti le tappe della sua strabiliante carriera ricordando ai ragazzi che al primo posto ci vuole sempre la costanza, la volontà e il temperamento. Caratteristiche necessarie per poter sfondare in qualsiasi campo. In altre occasioni ebbe modo di confidare i sacrifici affrontati come ad esempio nei momenti in cui le banche ebbero difficoltà a concedergli finanziamenti così come i giorni angoscianti del suo rapimento durante il quale era persino riuscito a scappare dai suoi carcerieri dimostrando nel caso ce ne fosse ancora bisogno, di come fosse dotato di coraggio e temperamento.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti