Commenta

Famiglia bergamasca
in panne sul Po:
salvata dai VvFf

vigilifuoco_ev

Se l’è vista brutta una famiglia originaria della provincia bergamasca (padre, madre e due figlioletti di 3 e 4 anni), che avevano deciso di trascorrere una piccola vacanza sul fiume Po: partiti dal porto canale di Cremona, i quattro intendevano arrivare, via fiume, fino a Ostiglia (Mantova).

Ma qualcosa è andato storto: il loro semi-cabinato da 7 metri è infatti andato in avaria in corrispondenza della sponda casalasca e da lì è partita la chiamata ai Vigili del Fuoco. Difficile, tuttavia, per gli stessi pompieri individuare la posizione esatta della barca in avaria: per questo sono state allertate tre squadre, una di Cremona che è scesa a Casalmaggiore con l’imbarcazione d’ordinanza; una di Mantova che ha navigato in direzione Viadana; e una di Viadana che ha navigato in direzione Mantova.

I più fortunati sono stati i Vigili del Fuoco di Cremona, che hanno ripescato la famiglia con l’imbarcazione da 7 metri all’altezza di Torricella del Pizzo: il capofamiglia stava tentando un approdo di fortuna nelle vicine sabbie, ma difficilmente sarebbe riuscito nell’interno. Decisivo quindi l’intervento dei Vigili del Fuoco, che hanno tirato la barca fino a riva, per la precisione a Sissa, nel parmense. Solo tanto spavento per la famiglia, ma per fortuna nessun segnale di panico e nessuno strascico. Il fatto è accaduto attorno a mezzogiorno di giovedì.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti