Commenta

Lunario a Palazzo,
quattro giorni di cultura
a Sabbioneta

conferenza-bolsi_ev

Nella foto, la conferenza di presentazione dell’evento

La cornice di Palazzo Forti, il binomio Sabbioneta-cultura, una propaggine della mostra “Pittura e Paesaggi tra l’Oglio e il Po”: con questi tre ingredienti è stato presentato, mercoledì mattina, “Lunario a Palazzo”, evento che racchiude quattro appuntamenti culturali, al via da sabato 14 nella città ducale.

L’assessore comunale alla Cultura Giovanni Sartori ha introdotto Franco Giuseppe Bolsi e Fiormaria Perdomini, che costituiscono l’associazione culturale Fiorita di Stelle di Rivarolo del Re, parte integrante e promotrice dell’iniziativa. “La mostra primaverile” ha spiegato Sartori “prosegue idealmente con questa nuova esposizione di quattro artisti di San Benedetto Po, che riprendono i paesaggi della nostra pianura. L’unica differenza è che questi sono pittori ancora viventi (si tratta di Fulvio Malvasi, Giancarlo Pavesi, Nicola Tammaccaro e Bruno Vezzali, ndr), proprio per dare l’idea della cultura come organismo vivente e non stantio”.

“Lunario a Palazzo”, realizzato con la collaborazione di Cristina Valenti, con le sponsorizzazioni di Pasticceria Atena, Banca Intesa San Paolo, Ortofrutticola Genovesi e Anversa e Supermercato Tosano e il patrocinio della provincia di Mantova, dei comuni di Spineda e Sabbioneta e del Gal Oglio Po, si terrà in quattro diversi giorni, sempre nel weekend, per quanto concerne la serie di caffè letterari, mentre la mostra pittorica sarà aperta dal 14 al 22 settembre al primo piano di Palazzo Forti, in abbinata ad una mostra di arte contemporanea attiva al piano terra.

Franco Alessandria, assessore alla Biblioteca di Sabbioneta, ha visto in anteprima la futura esposizione pittorica. “E posso confermare che si tratta di quadri di qualità. Novanta opere in tutto, che troveranno spazio anche nella nostra Aula Magna. Siamo onorati di ospitare la kermesse perché rende il nostro palazzo uno spazio vivo, da visitare”.

Franco Bolsi è poi intervenuto ricordando le precedenti iniziative di Fiorita di Stelle. “Abbiamo sempre occupato spazi molto diversi tra loro, da grandi palazzi a cascine di campagna. Perché abbiamo scelto Sabbioneta? Sostenere che l’abbiamo fatto perché si tratta di un patrimonio dell’umanità sarebbe scontato, in realtà io ho un legame particolare con Sabbioneta, avendo portato una tesi proprio sulla sua struttura architettonica binaria. La poesia, vista come creazione di parole, si sposerà alla pittura, intesa come creazione di immagini. Gli eventi proposti acquistano così senso se intersechiamo con creatività i due piani narrativi. Il viaggio nel tempo è garantito dalla lettura ad alta voce della poesia, che così rivive. Il viaggio nello spazio, invece, è portato dalle immagini”.

Fiormaria Perdomini ha chiuso la conferenza spiegando di avere vissuto “la scrittura e la poesia come una forma di redenzione e conversione, oltre che come momento di vissuto. La poesia stessa è vissuto, del resto. E nel paesaggio, nella mia pianura, ho scoperto una sorta di forte anestesia quando la vita non è serena e non garantisce soddisfazioni. Ci fermiamo sempre troppo poco, ad esempio, a mirare il cielo di notte, quando in realtà sarebbe un ottimo antidoto alla nostra vita sempre impegnata. Fiorita di Stelle intende, tra l’altro creare un contatto con il pubblico e stimolare quest’ultimo al dibattito, perché non rimanga passivo”.

Questi gli incontri di “Lunario a Palazzo”.

Sabato 14 alle ore 17: Inaugurazione della mostra, incontro con la stampa ed evento letterario “Comete” a cura di Fiormaria Perdomini e Franco Giuseppe Bolsi con intervento di Santina Rossi;

Domenica 15 alle ore 10: Caffè letterario con Fiormaria Perdomini e Franco Giuseppe Bolsi “Barocco d’autunno”;

Domenica 15 alle ore 17: “Pianura dell’anima” con gli interventi dei pittori Fulvio Malavasi, Giancarlo Pavesi, Nicola Tammaccaro e Bruno Vezzali, oltre a Erika Tizzoni;

Sabato 21 ore 17: Caffè letterario con Fiormaria Perdomini, Franco Giuseppe Bolsi e Stefano Prandini “Il canto dell’usignolo” con intervento di Pierangelo Corsi;

Domenica 22 ore 17: Conversazione con Fiormaria Perdomini e Franco Giuseppe Bolsi “Il volo della poiana” con intervento di Daniele Zaffanella.

La mostra pittorica, invece, si può visitare dal 14 al 22 settembre e sarà aperta dalle 15 alle 18.30 e su richiesta, mentre sarà chiusa il lunedì. Per informazioni: www.comune.sabbioneta.mn.it oppure telefono 0375-52085.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti