Commenta

Compensi in cambio
di lavori socialmente
utili: Viadana si adegua

viadana-povertà_ev

Il Comune di Viadana e il Consorzio pubblico per il servizio alle persone si uniscono per alleviare le difficoltà delle persone senza lavoro. L’iniziativa è stata presentata venerdì mattina in Municipio a Viadana: erano presenti il sindaco Giorgio Penazzi, il vice Dario Anzola (che è anche presidente del Consorzio), gli assessori Carmine Tipaldi, Adriano Saccani e Nicola Federici, oltre a Roberto De Martino e Daniela Ottoni, rispettivamente funzionario e direttore del Consorzio.

Il Comune ha messo a disposizione 10mila euro che verranno distribuiti alle persone disagiate in cambio di lavori da svolgere per il Comune medesimo attraverso 17mila ore di prestazioni. “Non potevamo più elargire contributi a pioggia in maniera continuativa” hanno spiegato, specificando il senso dell’iniziativa, prima Penazzi poi Anzola e  Tipaldi “sia perché le risorse sono limitate, sia perché in questo modo ci sembrava di ledere un po’ la dignità delle persone”.

Così si è pensato di creare dei lavori socialmente utili, pagando le bollette e gli affitti a questa gente bisognosa in cambio di un servizio utile alla società. “Di cosa da fare ce ne sono sempre molte” ha aggiunto Saccani “dalla pulizia della piazza e di altre zone, allo sfalcio dell’erba, alla messa in ordine dei magazzini”. E la novità sembra sia stata accolta con favore, anche perché è servita a creare una specie di scrematura.

Infatti alcuni di coloro che andavano in Comune a stendere  la mano, una volta venuti a conoscenza che per ricevere soldi c’era bisogno di lavorare, non si sono più fatti vedere. Per evitare quindi approfittatori e speculatori (uno dei beneficiari dei contributi per esempio il giorno di Ferragosto è stato visto uscire da un hotel di Riccione) è stato creato questo filtro dove interagiscono i servizi sociali comunali e il Consorzio.

Questo sportello nei mesi scorsi ha ricevuto 150 richieste di aiuto che sono state opportunamente vagliate, selezionate e poi trasmesse all’assessore competente per gli interventi opportuni. “Daremo lavoro a 8 persone senza occupazione che si metteranno al servizio della nostra comunità guadagnando circa 5 euro all’ora che serviranno in parte ad alleviare le loro difficoltà. Dopo di loro altri disagiati potranno prenderne il posto senza escludere donne e anziani. Tra l’altro un anonimo benefattore di Cicognara ha fatto dono al Comune di un carretto per la raccolta rifiuti che tornerà molto utile per questo tipo di impegno. In sostanza un’importante task force tra assessorato, servizi sociali e Consorzio per cercare di dare una mano a questi nuovi poveri colpiti dalla situazione economica deprimente.

Il grande impegno prodotto quotidianamente da Carmine Tipaldi ha già contribuito a risolvere situazioni drammatiche riuscendo ad evitare proprio nella giornata di venerdì due sfratti esecutivi che avrebbero gettato sulla strada altrettante famiglie viadanesi.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti