Commenta

L’ingresso di don Fabio
Santambrogio nella
parrocchia di Martignana

santambrogio-martignana-ev

Dal sito della Diocesi di Cremona

Segno della misercordia di Dio attraverso lo stile di vita e l’amministrazione del sacramento del perdono, intercessore per il popolo alla pari di Mosè, tenace costruttore di comunione. Questo l’identikit del parroco che il Vescovo, monsignor Dante Lafranconi, ha tracciato durante la liturgia di insediamento di don Fabio Santambrogio nella comunità parrocchiale di Santa Lucia a Martignana di Po.

La solenne liturgia si è svolta nel pomeriggio di domenica 15 settembre e nonostante il maltempo è stata partecipata da centinaia di fedeli: due pullman sono giunti da Soncino, dove fino a pochi giorni fa don Fabio ha esercitato il suo ministero di vicario. Il nuovo pastore di Martignana di Po alle ore 15 di domenica è giunto, insieme ai ministranti, nell’antica chiesa di San Serafino, poco distante dal grande fiume: qui c’è stato un piccolo momento di preghiera, poi si è snodata la processione verso la parrocchiale scandita dalla recita del Rosario.

Alle 16 monsignor Lafranconi ha presieduto la Santa Messa di insediamento concelebrata da una quindicina di sacerdoti e animata dalla corale parrocchiale diretta da Jessica Braga e accompagnata all’organo da Zaccheo Bignami. In prima fila il sindaco di Martignana di Po Alessandro Gozzi, che sul sagrato ha presentato il saluto dell’amministrazione comunale e quello di Soncino Francesco Pedretti.

© Riproduzione riservata
Commenti