Commenta

Pomponesco
ha accolto
don Marco Anselmi

marco-anselmi-pomponesco-ev

Dal sito della Diocesi di Cremona, l’ingresso di don Marco Anselmi a Pomponesco

Uomini capaci di grande misericordia e accoglienza, soprattutto verso chi è lontano, ma anche fermi nel richiamare i doveri della coscienza e sempre pronti a testimoniare che Dio è l’unico “padrone” a cui affidarsi.

Questo il ritratto del prete fatto da monsignor Dante Lafranconi nell’omelia della Messa di ingresso di don Marco Anselmi nella parrocchia “Santi Sette Fratelli Martiri” di Pomponesco. La liturgia di insediamento si è svolta nel tardo pomeriggio di sabato 21 settembre alla presenza di centinaia di pomponescani e di persone provenienti da Dosimo, paese natale di don Anselmi, ma anche dalle comunità dove il novello parroco ha esercitato il suo ministero come vicario: Viadana, Soresina, Rivarolo Mantovano e Casalmaggiore.

In prima fila il sindaco Giuseppe Baruffaldi, che sul sagrato ha portato il saluto dell’amministrazione comunale, il vicesindaco di Viadana, Dario Anzola e quello di Dosimo Fabrizio Superti. La banda musicale “Giuseppe Verdi” di Dosolo ha dato un tocco di festa alla giornata sia prima della Messa e sia durante il rinfresco in oratorio.

© Riproduzione riservata
Commenti