Un commento

Pro Loco, ma quale
schiarita. Tenca:
“Rifiuto Inquisizione”

pro-loco-vallri-tenca-ev

Non si vedono schiarite all’orizzonte della situazione della Pro Loco, con la spaccatura interna che tanto ha fatto discutere negli ultimi giorni. Protagonisti il presidente Marco Vallari, che è arrivato persino alle dimissioni, incassando però la fiducia del consiglio, e Giampietro Tenca, consigliere storico che ha parlato di “gestione poco democratica e troppo famigliare”.

Le due parti dovevano arrivare ad un accordo, figlio in particolare di un incontro da tenersi faccia a faccia. Incontro che, però, per il momento non convince lo stesso Tenca, che rigetta l’invito. “In merito alla comunicazione inviatami lunedì dal Consiglio di Amministrazione della Pro Loco” scrive il consigliere “che mi informa di essere intenzionato a convocare una riunione straordinaria nel breve periodo, per la quale è richiesta la mia presenza, al fine di poter valutare le mie giustificazioni in merito al comportamento da me tenuto negli ultimi mesi, con particolare riferimento alla dichiarazioni rilasciate durante l’Assemblea dei Soci e sugli organi di stampa, voglio precisare che non è mia intenzione partecipare in quanto le mie dichiarazioni sono agli atti e, mi pare, siano già state ampiamente valutate (anche se con un colpevole ritardo), in varie occasioni”.

Tenca poi si spinge altro, paragonando l’incontro a una sorta di processo organizzato. “Il Consiglio Direttivo è libero di procedere come crede, ma io sono sempre del parere che, se ci fosse stato un franco colloquio, le questioni sarebbero già state ampiamente risolte (colloquio che, facendosi scudo della burocrazia, non è mai avvenuto). Non intendo dunque partecipare a questa specie di “Tribunale d’inquisizione” organizzato solo per spettacolizzare la cosa”.

Tenca rivela, tra l’altro, di avere ricevuto offese da parte di qualche membro del consiglio, oltre a sottolineare che non tutto il consiglio, al di là della votazione la pensa come Vallari “Mi spiace solo che oggi (lunedì, ndr), tramite la Pro Loco, mi siano state inviate pesanti e gratuite offese, che che io rispedisco al mittente”, conclude il consigliere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Bobo

    Avanti tutta qualcuno direbbe, riguardo la persona chiunque essa sia la quale ha usato epiteti nei confronti del Sig: Tenca, io Aborro tale comportamento e invito questa persona a porgere le dovute scuse!
    Confermo quanto detto dal Sig: Tenca perchè fui presente agli incontri/scontri….tutti verbalizzati in forma cartacea e registrati in doppia copia formato digitale, registrazioni effettuate dall’inizio alla fine.

    Tenca… Siamo con te!