Commenta

Pomì, “prima” a Viadana
subito vincente: 3-1
nel test con Crovegli

pomi-piacenza-ev

Anche nella prima uscita pre-campionato sul terreno di casa la Pomì Casalmaggiore si conferma vincente. Al PalaPomì di Viadana le ragazze di Alessandro Beltrami superano 3 a 0 il Crovegli Reggio Emilia, formazione di A2 dalle ottime credenziali, cedendo poi nel set supplementare disputato per dare spazio per intero ai due organici.

Si è trattato di un buon test per entrambe le squadre alla ricerca della condizione migliore, sicuramente la Pomì ha legittimato la caratura superiore aggiudicandosi i primi tre set con parziali netti e denotando continui miglioramenti nell’intesa tra regia ed attaccanti. La Pomì si schiera con Agrifoglio regista, Zago opposta, Lipicer e Bacchi attaccanti di posto quattro,  Stevanovic e Aguirre centrali, Sirressi libero. Dall’altra parte della rete Crovegli in campo con Lancellotti al palleggio in diagonale con Colarusso, Belfiore ed Assirelli al centro, Cirilli e Catena di banda e l’ex di turno Giorgi nel ruolo di libero. Duro l’impatto con il match per il Crovegli che deve subito guardarsi dalle bordate di Lipicer e compagne protagoniste di una partenza decisa.

Il set vede costantemente avanti le rosa che martellano a dovere da qualsiasi parte del campo e rendono impossibile alle avversarie riuscire a ribattere. La musica non cambia nel secondo set anche se questa volta c’è più equilibrio nella parte iniziale. La Pomì allunga sull’11-8 con Stevanovic che poi di li a poco va a segno anche con ace per il 13-8 mettendo in discesa il parziale. Si viaggia costantemente sui tre-quattro punti di vantaggio per le rosa tra le quali iniziano a scaldare il braccio Zago e Bacchi, e Lipicer appare praticamente infermabile.

A partire dal terzo parziale da una parte e dall’altra iniziano le sostituzioni, nelle fila della Pomì entrano Olivotto per Stevanovic e Grazietti per Bacchi, per le emiliane trovano il campo Losi, Miola, Vujko e il secondo libero Gennari. Si gioca punto a punto nella prima parte di set,ma quando la Pomì rompe gli indugi è di nuovo una gara a senso unico. A lanciare le casalasche al primo vantaggio è Aguirre con una battura vincente (6-5), Zago le fa eco andando a segno da zona due per l’8-6. Altro passaggio chiave è l’ace di Zago che firma l’11-6. Quindi è Lipicer show con palle potenti e ficcanti a stordire la difesa avversaria. Nel frattempo entra anche Quiligotti per Sirressi, subito in evidenza la giovane specialista di seconda linea. Il punto di Aguirre dal centro (22-12) pesa come un macigno per le reggiane che poi si arrendono su fast vincente di Olivotto. Chiuso di fatto il risultato, le due squadre si accordano per la disputa di un quarto set che vede nella Pomì il ritorno in campo di Bacchi, la conferma di Grazietti, stavolta per Lipicer e quella di Olivotto sempre sostituta di Stevanovic. La formazione reggiana parte di slancio, i parziali a favore della squadra di mister Baraldi, 0-3, 4-8, 6-10 parlano chiaro. Tenta di riavvicinarsi la Pomì con muro di Bacchi che vale il 10-13 ma è sempre la formazione ospite a fare il ritmo.

Altro ritorno delle casalasche nel finale di set quando il Crovegli vede ridursi il vantaggio da quattro lunghezze (16-20) a due punti di margine (18-20) dopo attacco di Olivotto ed ace di Aguirre, ma poi Cirilli e compagne tornano a giocare con disinvoltura e riescono a chiudere 19-25. Prossimo impegno per la Pomì Casalmaggiore sabato ore 18,00 al PalaPomì, ospite la formazione campione d’Italia della Rebecchi Nordmeccanica Piacenza.

POMI’ CASALMAGGIORE 3

CROVEGLI REGGIO EMILIA 1

(25-16, 25-17, 25-15, 19-25)

Pomì: Agrifoglio 2, Zago 19, Bacchi 10, Lipicer 15, Stevanovic 4, Aguirre 9, Sirressi (L), Carloni, Olivotto 5, Grazietti 4, Quiligotti (L), Ceccheto. All.: Beltrami-Bolzoni

Crovegli: Lancellotti, Colarusso 3, Belfiore 5, Asirelli 5, Cirilli 10, Catena 6, Giorgi (L), Vujko 1, Losi, Bussoli, Miola 3, Gennari (L). All.: Baraldi-Garuti

Note. Battute sbagliate: Pomì 11, Crovegli 5. Aces. Pomì 7, Crovegli 0. Muri vincenti: Pomì 4, Crovegli 1.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti