Commenta

Piadena, altro furto
con flessibile. Spadano:
“Non è la stessa banda”

carabinieri-auto-ev

Ancora una cassaforte, ancora un flessibile usato per aprirla, ancora un furto nel casalasco. Il fatto stavolta è avvenuto a Piadena nel primo pomeriggio di domenica. Un crimine che, per le modalità con le quali si è consumato, somiglia molto a quello avvenuto in via Foscolo a Casalmaggiore mercoledì scorso.

“Ma credo di possa escludere che si tratti della stessa banda” spiega Cristiano Spadano, comandante dei carabinieri di Casalmaggiore “. E’ vero che la modalità è simile, ma le modalità, quando si tratta di furti con scasso sono sempre ripetitive. Inoltre a Casalmaggiore la banda sembrava essere andata a colpo sicuro, cercando e trovando in poco tempo preziosi e contanti, senza frugare. Qui invece la casa è stata letteralmente messa a soqquadro”.

Il valore del furto è stimato in un migliaio di euro, considerando i monili in oro e il denaro contante asportato dalla casa e in particolare dalla cassaforte. Una cassetta di sicurezza a muro, che è stata aperta con un flessibile, come detto, dopo che i ladri si erano introdotti nell’appartamento, vuoto, da una porta laterale di servizio dell’abitazione. I residenti della casa erano usciti e la cassaforte si trovava in cantina. Prima di scoprirla, però, i malviventi hanno dovuto cercare per qualche minuto, mettendo sotto sopra tutta l’abitazione. Particolare che, secondo Spadano, escluderebbe appunto un’identità assoluta tra chi ha compiuto questo furto e chi ha messo a segno quello a Casalmaggiore. Certo è che per il casalasco rimangono giorni caldissimi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti