Commenta

Striscioni contro
la chiusura dell’Agenzia
Entrate di Viadana

penazzi-viadana-striscione-ev

Nella foto, il sindaco di Viadana, Giorgio Penazzi, dietro allo striscione di protesta

E’ appoggiato a terra, agganciato a delle transenne, ma è di dimensioni tali dall’essere notato senza difficoltà da ogni passante. Da giovedì pomeriggio è esposto a Viadana, all’ingresso del paese, per chi arriva da Boretto, un grande striscione bianco con la scritta in rosso “No chiusura Agenzia Entrate Viadana”.

E’ la maniera più roboante, dopo la raccolta delle firme, di manifestare la protesta dei cittadini e dell’amministrazione comunale viadanese sulla decisione regionale di privare la collettività di un servizio pubblico che tra pochi gironi cesserà di essere attivo trasferendo lo sportello a Suzzara.

Il sindaco di Viadana ha coinvolto tutte le istituzioni  possibili ma l’unica risposta arrivata è stata quella del direttore generale lombardo dell’Agenzia delle Entrate il quale ha sostanzialmente riferito che il provvedimento andava nella direzione del risparmio delle risorse aggiungendo comunque che per i cittadini sarebbe stato possibile rivolgersi ad altri uffici territoriali come quello di Casalmaggiore, Suzzara e Castiglione, indipendentemente dal luogo di residenza.

Un altro striscione simile a quello esposto giovedì verrà affisso venerdì mattina sopra la nuova sede dell’Urp che sorge  davanti al Municipio, proprio a fianco dell’Ufficio Entrate che sta per traslocare.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti