Commenta

Morì a Torricella
sotto la seminatrice:
collega assolto

Tribunale-ev

Assolto dall’accusa di omicidio colposo Piergiorgio Scarani, di Cremona, “perché il fatto non sussiste”. Scarani, così come ritenuto dal giudice Francesco Sora, non è responsabile della morte sul lavoro di Felice David, 66 anni, residente a Cremona, vittima, il 18 marzo del 2009, di un incidente a Torricella del Pizzo. L’uomo era stato schiacciato dal peso di una macchina seminatrice per cereali lungo una strada sterrata che da via Argine Maestro porta nell’area golenale. Scarani era il collega che quel giorno si trovava insieme a David per la semina. Per lui, dunque, nessuna responsabilità, come aveva già chiesto anche il pm onorario Silvia Manfredi nel corso della sua requisitoria. Per l’accusa non è emersa la prova della colpevolezza dell’imputato. Quel giorno i due non avevano ancora iniziato le operazioni per la semina. Ad un certo punto la vittima si era accorta che la seminatrice si stava staccando dal trattore e aveva chiamato il collega che era andato a prendere il saldatore. Al suo ritorno aveva trovato David sotto la seminatrice. Era scattata immediatamente la chiamata al 118 e intanto l’imputato si era prodigato per aiutare il collega. Probabilmente David stava cercando di capire meglio quale fosse il problema ed era andato a controllare sotto la macchina, il cui sollevatore aveva ceduto. Al momento dell’incidente, dunque, David era da solo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti