Commenta

Rissa tra marocchini
in via Trento: arrivano
ambulanza e Cc

paroli_ev

Nella foto Google Maps uno scorcio di via Trento a Casalmaggiore

Tre contro uno, come impone la legge spietata dei regolamenti di conti: è stata una serata particolarmente agitata quella di lunedì scorso in via Trento. Il fatto emerge solo ora, grazie alla segnalazione di qualche passante, attirato prima dalle urla, poi dall’intervento di sanitari e carabinieri.

Il fatto si colloca attorno alle 22 di lunedì, in una via poco frequentata con il buio, ma molto vivace di giorno, non foss’altro per la presenza di esercizi commerciali e per il gran movimento di studenti che entrano o escono dal Polo scolastico Romani. Una zona che però già in passato, col calare delle tenebre, ha vissuto sporadici episodi di liti, piccole risse o “sgarbi”, quasi sempre tra ragazzotti un po’ facinorosi.

Stavolta però si è andati decisamente oltre: pare infatti che per un regolamento di conti interno (difficile chiarire le cause scatenanti) tre marocchini abbiano prima minacciato un connazionale, poi siano passati alle vie di fatto, alzando le mani. Un tre contro uno decisamente impari, peraltro in piena strada, a pochi metri dal forno Paroli e dall’edicola Contini. I vicini di casa e i condomini della zona, dopo essersi accorti che qualcosa non andava, hanno telefonato ai carabinieri.

Pare (ma qui la ricostruzione si fa onestamente lacunosa) che all’arrivo dei militari i tre marocchini siano scappati, lasciando il connazionale a terra. Il ragazzo, 28 anni (ma le generalità non sono note), è stato subito medicato dall’arrivo dell’ambulanza e dei sanitari, che lo hanno ricoverato all’ospedale Oglio Po di Vicomoscano per le ferite riportate, in codice giallo. Non deve dunque essersi trattato, stante questo quadro clinico, di un semplice screzio.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti