Commenta

Kramer, la mostra
diventa un ‘Bijou’
in vetrina su “Repubblica”

repubblica-kramer-ev

Nella foto, l’homepage del giornale online milano.repubblica.it

La mostra “La mia donna si chiama desiderio” allestita nella sala Zaffanella del Museo del Bijou di Casalmaggiore sbarca sui media nazionali. A parlarne è infatti il sito web del giornale La Repubblica, nella homepage della sezione milanese. L’articolo, corredato di una fotogallery, è scritto da Lucia Landoni:  “Un omaggio a Gorni Kramer e agli anni Cinquanta, il decennio in cui l’artista uno degli assoluti protagonisti della scena musicale italiana: fino al 17 novembre il Museo del bijou a Casalmaggiore, in provincia di Cremona, ospita la mostra ‘La mia donna si chiama desiderio’. In occasione del centenario della nascita del compositore di Rivarolo Mantovano, ne è stata ricostruita la carriera attraverso foto d’epoca, spartiti e dischi dei suoi più grandi successi, da Domenica è sempre domenicaPippo non lo sa. Ma sono esposti anche abiti e gioielli della metà del Novecento, provenienti dall’Atelier oratorio San Sebastiano, a cui le figlie di Kramer hanno donato tutti i vestiti e gli accessori ricevuti in eredità dal padre“.

Per l’esposizione nello specifico ed il Museo del Bijou in generale, un’ottima vetrina che non mancherà di attrarre visitatori da tutta la regione.

Guarda la pagina web di ‘Repubblica’ contenente foto e articolo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti