Commenta

Motta Baluffi, rubano
fucili, ma i carabinieri
li mettono in fuga

cc_ev

Furto sventato alle 4 della notte tra giovedì e venerdì in via San Rocco a Motta Baluffi: due malviventi (ma potevano anche essere di più) avevano già rubato computer, autoradio e cinque fucili da caccia regolarmente denunciati, quando il sistema d’allarme è suonato e ha richiamato i carabinieri sul posto.

I ladri stavano insistendo nella loro “notte brava”, intenzionati a visitare altre villette, e a quel punto sono stati scoperti dai militari. Nel mentre i padroni di casa della seconda abitazione che stava per essere svaligiata stavano dormendo e non si erano accorti di nulla.

Provvidenziale dunque l’intervento dei carabinieri di Casalmaggiore che hanno intercettato la Mercedes sulla quale i ladri avevano piazzato la refurtiva e notato movimenti quantomeno singolari. La fuga dei due malviventi ha avuto buon esito, nel senso che, scappando attraverso i campi, grazie anche alle tenebre, i due sono riusciti a darsela a gambe. Tuttavia l’intervento dei militari ha fatto sì che la refurtiva venisse lasciata sul posto e quindi riconsegnata ai legittimi proprietari.

“Siamo convinti” spiega il capitano dei carabinieri Cristiano Spadano “che ad attendere i ladri vi fosse un terzo complice a bordo di un auto. Quanto meno abbiamo evitato che la razzia dei malviventi potesse proseguire, dato che a nostro avviso erano persone molto scaltre”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti