Commenta

Pomì, un’iniezione
di fiducia in vista
dell’esordio in Coppa

pomi-esulta-gruppo-ev

Foto Filippo Rubin / LVF


Crovegli Reggio Emilia – Pomì Casalmaggiore  0 – 3 [18-25, 14-25, 10-25, quarto set supplementare 19-25]

Crovegli: Lancellotti , Colarusso 12, Cirilli 12, Catena 7, Belfiore 7, Assirelli 7, Giorgi (L), Losi, Bussoli, Miola 1, Vijko 2, Gennari (L). All.: Baraldi-Garuti.

Pomì: Camera 1, Zago 13, Lipicer 16, Gennari 19, Stevanovic 19, Aguirre 5, Sirressi (L), Agrifoglio 1, Grazietti 4, Olivotto 4, Quiligotti (L). All.: Beltrami-Bolzoni

Note. Ace: Crovegli 3, Pomì 10. Battute sbagliate: Crovegli 10, Pomì 6. Muri: Crovegli 5, Pomì 11.

E’ una prestazione confortante e salutare quella che frutta alla Pomì l’ampio successo su Crovegli, nell’amichevole infrasettimanale di giovedì, con vista sull’esordio in Coppa Italia di sabato sera quando al palazzetto di Viadana arriverà la Unendo Yamamay di Busto Arsizio. Senza Lucia Bacchi tenuta precauzionalmente a riposo Casalmaggiore punta sul duo di posto quattro Lipicer-Gennari, sulla coppia centrale Stevanovic-Aguirre, sulla diagonale di palleggio Camera-Zago e sul libero Sirressi.

E’ un inizio di gara veemente da parte della Pomì che pigia subito sull’acceleratore e con Stevanovic e Zago (potente sia in battuta che in attacco) si assesta sul 2-10 costringendo il tecnico di casa, mister Baraldi, a chiedere la sospensione. La formazione casalasca arriva addirittura sul 2-12 dopo il terzo ace di Zago per poi subire i tentativi di rimonta delle reggiane che con un gioco regolare e senza fronzoli dimezzano lo svantaggio sul 6-13. Spettacolare l’azione che vale l’8-15 con splendida difesa di Sirressi e conclusione vincente in pipe di Gennari. Alcuni pregevoli muri di Stevanovic e Gennari lanciano la Pomì sul 13-19, quindi Zago realizza l’ace (il quarto personale) per il 13-20. Si dilata il divario a favore delle rosa che chiudono il set con mani out di Zago da zona quattro. Formazione invariata per Casalmaggiore nel secondo set che vede invece Crovegli schierare Miola per Colarusso e Vujko per Belfiore ed utilizzare anche il secondo libero Gennari A.

Il copione si ripete fedelmente con la Pomì pronta a scattare sul 6-9 e sul 6-12. Non c’è quasi storia e quando la capitana Lipicer sfonda quota dieci le ragazze di Beltrami sono già sull’11-21. Dopo una fase di ordinaria amministrazione la Pomì chiude a proprio favore sul punteggio di 14-25. Nel terzo parziale mister Beltrami lascia a riposo Zago e propone al suo posto Grazietti, in casa  Crovegli spazio a Losi in cabina di regia. Non cambiano gli equilibri della gara, Pomì sempre padrona del gioco e del punteggio sul 4-8 con Sirressi protagonista di ottime difese e l’attacco infallibile. Lipicer e compagne hanno saldamente in mano il set al time-out tecnico (5-12) ed incrementano ancora il divario con le avversarie dopo contrasto vinto a rete da Aguirre che poi mura Belfiore per il 6-15. Arriva anche l’ace di Agrifoglio, subentrata a Camera, che vale il 6-17.

Nel finale di set fa il suo ingresso anche Olivotto per Aguirre, subito a segno la centrale trentina con un muro che frutta il 9-20. Una pipe di Lipicer e un muro di Stevanovic decidono il definitivo 10-25. A risultato acquisito si decide per la disputa del quarto set che mister Beltrami sfrutta per proporre Grazietti in banda per Lipicer e far rientrare Zago in zona due. Olivotto trova conferma nel sestetto per Aguirre, in cabina di regia torna in campo Camera. L’inizio è favorevole a Crovegli subito sul 6-3, ma si tratta di un passaggio provvisorio in quanto è sempre e solo Pomì con Stevanovic e Gennari sugli scudi. Il sorpasso delle rosa avviene prima della metà (11-12) e da lì in avanti è un crescendo di Casalmaggiore che in seconda linea dà spazio a Quiligotti per Sirressi e ripropone Agrifoglio per Camera. Stevanovic è una macchina da punti e si toglie anche il lusso di realizzare l’ace del 15-20. Anche il quarto set si chiude con la Pomì vincitrice, 19-25 per le casalasche che ora possono concentrarsi sull’impegno di Coppa Italia di sabato con la Yamamay.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti