Commenta

Viadana, acqua più
pulita: ecco il progetto
da 2milioni di euro

acquedotto_ev

Nella foto l’acquedotto di Viadana

Il sindaco di Viadana Giorgio Penazzi, insieme all’assessore ai Lavori Pubblici Adriano Saccani, chiede pazienza e comprensione alla cittadinanza per i disagi patiti in questo periodo sulle strade del territorio.

Alla stregua dei manifesti che appaiono sui cantieri importanti (“stiamo lavorando per voi”), gli amministratori viadanesi ci tengono a precisare che questi sacrifici sono finalizzati al miglioramento di un servizio che interessa tutti, come quello idrico. “Stiamo completando la dorsale dell’acquedotto che così permetterà di servire tutte quelle zone che prima erano scoperte” spiega il sindaco aggiungendo che Viadana deve coprire tragitto di 105 chilometri di acquedotto, uno dei più lunghi del comprensorio.

Prima di questo intervento l’acqua, laddove arrivava, giungeva attraverso condotte piccole ed obsolete ora sostituite da tubi della Saint Gobain di 30 centimetri di diametro. Vantaggio ulteriore non certo trascurabile è quello di una qualità maggiore dell’acqua depurata dall’arsenico e da altre sostanze dannose per la salute. Un impegno notevole dal punto di vista economico dato che far giungere l’acquedotto alla zona artigianale della Gerbolina e verso località quali Salina, Casaletto, Bellaguarda, Squarzanella, Sabbioni con le vie Gonzaga, Vitellio, Villa Scassa del centro e per realizzare il completamento del progetto sono stati messi a disposizione quasi due milioni di euro, di cui 1 milione e 700 mila erogati dalla Regione, mentre il resto proviene dalle casse Comunali e dalla società “Acque Potabili”.

“Certamente dopo questo intervento” sottolineano con orgoglio Penazzi e Saccani “l’acqua di Viadana non sarà come quella che sgorga in alta montagna ma un passo in avanti per quanto riguarda la salubrità, lo avremo senza dubbio fatto”.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti