Commenta

Dati per dispersi, ma
stanno bene padre e figlio
viadanesi nelle Filippine

filippine_ev

“Tutto ok, è passato”. Al tempo dei social network, non poteva che arrivare da Facebook la buona notizia. Sono stati giorni di paura a Viadana, per la sorte di Walter (classe 1946) e Francesco Parenti (classe 1976), originari proprio del comune mantovano ma trasferitisi all’estero in cerca di un lavoro stabile nel ramo della ristorazione.

Dopo avere vissuto per un certo periodo a Shanghai, Walter e Francesco, padre e figlio, che sino a martedì pomeriggio risultavano tra i dispersi a causa del tifone di dimensioni colossali che ha investito le Filippine, si erano trasferiti nelle Isole Boracay: il trasferimento, stando alla ricostruzione sommaria resa possibile da Facebook, è avvenuto lo scorso 2 novembre, dunque proprio pochi giorni prima del passaggio del tifone Hayian. Alle Isole Boracay i due hanno iniziato a gestire un ristorante, ma da tre giorni ormai non davano più notizie.

La soluzione al mistero è arrivata da Doriano Parenti, fratello di Walter e zio di Francesco, noto per avere inventato il cioco-kebab (kebab al cioccolato) e che proprio al social network ha affidato la buona notizia e la soluzione del mistero: “Ho sentito mio fratello, è rimasto chiuso in casa senza luce e senza comunicazioni per tre giorni” scrive “. Ora l’ho sentito e mi ha detto che lui e Francesco stanno bene”. La conferma è arrivata poche ore dopo, quando nelle Filippine, complice il fuso, erano le 5 di mercoledì mattina. “Tutto ok, è passato”, messaggio corredato da un video di Walter sulla spiaggia filippina. Quattro parole in più e tanta angoscia in meno anche per Viadana e per i parenti più stretti dei suoi due concittadini.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti