Un commento

Ciclabile gussolese,
minoranze compatte:
decisione incomprensibile

ciclabile-gussola-ev

Nella foto (GoogleMaps), il termine della ciclabile di Martignana di Po

Con un comunicato a firma dei gruppi consiliari di minoranza, si riaccende la polemica viabilistica a Gussola: il tema riguarda la ciclabile da mettere in cantiere verso Martignana di Po. Una ciclovia che la maggioranza ha deciso di fare a destra e che invece le minoranze vorrebbero venisse realizzata a sinistra, per ricongiungerla a quella già esistente in territorio martignanese. Ecco il testo della nota diffusa alla cittadinanza e ai media da parte di Lavoriamo per Gussola (consigliere Mirko Fortunati) e Gussola che Cambia (consigliere Pier Luigi Franchi).

Come pochi di Voi sapranno, in quanto la comunicazione e la condivisione non sono nel DNA di questa maggioranza, l’Amministrazione ha deciso nonostante il parere contrario delle minoranze promotrici di una mozione volta a ridiscutere la decisione, la realizzazione di una ciclabile dal costo di € 150.000 in direzione del Comune di Martignana Po nel senso opposto a quella già esistente nel territorio di Martignana Po.

Noi riteniamo che si tratti di una decisione assolutamente sbagliata per semplici ragioni dettate dal buonsenso, in particolare:

– non si riesce a comprendere come si possa realizzare una ciclabile, che dovrebbe essere il naturale collegamento con le ciclabili del casalasco, in senso opposto a quella già esistente

-non si riesce a comprendere come si possa pensare ad un attraversamento della provinciale nel punto più pericoloso del tratto, a metà tra il Comune di Gussola e Martignana Po (fronte Lombardi).

La risposta data dall’Amministrazione in carica a queste semplici e scontate domande si riassume in maggiori oneri di realizzazione. Valutazione discutibile in quanto con una attenta analisi del preventivo di spesa abbiamo individuato voci convertibili che ne consentirebbero la realizzazione sul lato opposto (senza ombra di dubbio quello più logico). Rimane senza risposta convincente il quesito sulla sicurezza dell’attraversamento, in quanto riteniamo comunque che la sicurezza dei cittadini non abbia prezzo.

Inoltre crediamo che questi 150.000 € vadano spesi nel migliore dei modi.

Non è più il tempo delle realizzazioni che non tengono conto di quanto già esistente, i collegamenti vanno realizzati in continuità ed omogeneità con quelli già presenti sul territorio, in un’ottica che va oltre i confini dei comuni e che si confronta con quello che saranno i piani sovracomunali che dovranno creare omogeneità, sinergie, condivisione ed efficienza degli investimenti.

Le minoranze consiliari “Lavoriamo per Gussola” e “Gussola che Cambia” ritengono che questa decisione vada posta all’attenzione della cittadinanza in quanto riteniamo che il maggior costo e/o spreco lo si realizza di sicuro nel momento in cui si investono risorse in modo sbagliato ed illogico.

Dopo questo volantino informativo ci riserviamo di organizzare dei punti di raccolta firme, in date da stabilire con successivo comunicato, allo scopo di avere la percezione dell’ opinione dei Gussolesi.

MINORANZE CONSILIARI

LAVORIAMO PER GUSSOLA – (Mirko Fortunati)

GUSSOLA CHE CAMBIA – (Franchi Pier Luigi)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • giuseppe torchio

    Chiederò all’assessore provinciale Leoni cosa ne pensa della proposta e se non ritenga di trovare la quadra sul percorso