Commenta

Pomì come un rullo
a Urbino: vittoria 3-0
in un’ora e mezza

pomi-busto-ev

La Pomì dà un seguito all’exploit di Busto Arsizio ed espugna il Pala  Mondolce di Urbino in tre set. Ottima la partenza di Casalmaggiore, efficace in battuta, ermetica a muro, capace di portarsi su un incoraggiante 8-2. Due punti di Zago, due di Aguirre ed un ace di Lipicer lanciano le rosa. Qualcosa non funziona nelle fil locali e mister Micoli prova il cambio inserendo Casoli per Santini. Subito chiamata in causa la neo entrata, a segno per tre volte e brava a lanciare la propria squadra alla rimonta. Urbino arriva sul 5-8 ma la Pomì risponde per le rime e tiene a muro e in difesa assestandosi sull’8-13. La rimonta locale passa dai punti di una scatenata Casoli che in accoppiata con Thibeault porta le marchigiane ad un solo punto dalla Pomì (15-16). Torna ad allungare la formazione di Casalmaggiore, nelle cui fila fa il suo ingresso Bacchi per Gennari, con Zago e Stevanovic, ottimo il suo muro su Thibeault che vale il 15-19. Negrini manda out regalando alle casalasche il punto del 15-21, ma si rifà andando a segno due volte nel giro di pochi secondi (17-21). Stevanovic con fast imperioso firma il il 22-17, quindi Zago realizza il 23-18. Mister Beltrami alza il muto richiamando Camera per Grazietti che regala il primo set-ball, di Aguirre il punto che vale il primo parziale con gran muro su Negrini.

Per il secondo set la Pomì conferma nel sestetto base Bacchi per Gennari, la casalasca ripaga in pieno la fiducia del proprio tecnico realizzando tre dei quattro punti che portano al comando le rosa che scappano sul 3-6 dopo ace di Stevanovic. Urbino che schiera Escobar per Kostic, prova a risalire la china ma la manovra marchigiana appare discontinua, la Pomì al contrario gioca in maniera regolare e con continuità di rendimento, Bacchi va a terra sistematicamente, la capitana Lipicer sale di tono dalla prima come dalla seconda linea ed arriva il vantaggio del time-out tecnico (8-12). Thibeault e Negrini ridanno fiato alle locali accorciando sul 10-12, quindi Lipicer manda out per l’11-12 ma Ecobar vanifica tutto mando in rete il servizio. Per la prima volta nell’incontro la Robur Tiboni raggiunge la Pomì sul 13-13 e quindi firma il sorpasso dopo palla vincente di Thibeault costringendo il tecnico delle rosa Beltrami a chiedere la sospensione. Casalmaggiore c’è e dopo punto di Lipicer beneficia dell’errore in attacco di Urbino per mettere a segno il controsorpasso (14-15). Allunga sul 15-17 Casalmaggiore dopo gran muro di Zago e poi sigla il diciottesimo punto grazie all’errore di Leggs in fast. Continua a sbagliare la Robur, l’attacco out di Escobar manda le rosa sul 15-19. Marchigiane in recupero (18-19) dopo gran muro di Casoli su Zago e mani out fallito da Bacchi. Toglie le castagne dal fuoco per due volte Zago a segno per il 18-20 e il 19-21. Tegola per la Pomì che sul 20-23 perde la propria capitana Lipicer che accusa una distorsione alla caviglia nello scendere da muro, al suo posto Gennari. Negrini realizza il 21-23 ma poi manda sul fondo la palla del possibile ventiduesimo punto, chiude Aguirre con bella fast.

Anche il terzo inizia nel segno della Pomì che presenta Gennari per Lipicer che non riesce a ritrovare il campo dopo la distorsione rimediata nel finale del parziale precedente. E’ proprio Gennari a segnalarsi in avvio con tre punti di proprio pungo che danno il là alla volata rosa. Sembra non esserci storia con Zago pungente da zona due, Stevanovic ed Aguire perfette al centro. Sull’8-14 mister Micoli prova la carta Santini per Casoli, Urbino si fa minacciosa sul 13-16 e costringe la Pomì a non sbagliare nulla. Torna invece a sbagliare la formazione di casa in attacco nel tentativo di forzare i colpi. La Pomì capisce che il momento è vantaggioso e va sfruttato, Bacchi è quasi infermabile da zona quattro, Gennari ci mette del suo e alla fine le rosa si impongono 18-25.

“E’ stata una partita brutta – commenta a fine gara il tecnico della Pomì Alessandro Beltrami – il fatto di essere costretti a giocare con una formazione che ci ha dato poco ritmo ha influito sulla nostra resa e sulla nostra continuità”. Dunque la Pomì continua la striscia positiva per quanto concerne i risultati, ma frena sul piano della prestazione. “Sapevamo che passare da Busto a Urbino non sarebbe stato facile, quando l’intensità di gioco sono gli avversari a dartela riesci ad adeguarti ma quando il compito di alzare il livello è nelle nostre mani non riusciamo ancora ad essere decisivi”. La cosa più positiva di questa trasferta e quella più negativa. “Sicuramente il risultato ci appaga, vincere era nel nostri obiettivi e ci siamo riusciti, dispiace per l’infortunio a Lipicer, valuteremo l’entità della cosa che comunque sembra essere meno grave di quanto sembrava”. Per la Robur parla il libero Luna Carocci, ex frequentatrice del volley cremonese ai tempi della formazione di Cremona in A2. “Ad incidere sul nostro match – commenta la specialista di seconda linea della formazione marchigiana – è stata la falsa partenza del primo set. Nel secondo set ci siamo riprese, ma poi i troppi errori hanno nuovamente fatto difetto. Grande merito comunque alla Pomì che si è ben comportata, Casalmaggiore ha allestito un’ottima squadra”.

Casalmaggiore vola dunque a 6 punti, frutto di due vittorie consecutive che cancellano i due ko (con Bergamo e Piacenza) dell’esordio. In un turno dove si registrano quasi esclusivamente 3-0 (l’unico 3-1 è quello di Novara sul Frosinone), le casalesi veleggiano verso la metà della classifica. E nelle prossime sfide a Frosinone, in casa con Forlì e poi a Ornavasso, la Pomì potrà allungare ancora.

ROBUR TIBONI URBINO 0

POMI’ CASALMAGGIORE 3

( 18-25, 23-25,  18-25)

Robur Tiboni Urbino: Carocci (L), Negrini 8, Thibeault 9, Santini 1,  Escobar 2, Casoli 8,  Kostic 4,  Brcic,  Guidi ,  Leggs 8, ne Zecchin, ne Giombetti. All.: Micoli

Pomì Casalmaggiore: Camera, Zago 11, Lipicer 5, Gennari 8, Stevanovic 6, Aguirre 11, Sirressi (L), Bacchi 12, Grazietti 1, ne Olivotto, ne Quiligotti, ne Agrifoglio. All.: Beltrami

Arbitri: Rossella Piana e Massimo Florian

Note: spettatori  500, durata set 27’ 31’, 24’. Aces: Robur 3, Pomì 2. Battute sbagliate: Robur 4  , Pomì 5. Muri: Robur 5 , Pomì  11. Ricezione: Robur  60% (prf 27%), Pomì  66%  (prf 32%).

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti