Commenta

Casalmaggiore,
plauso della giunta
alla Protezione Civile

protezione-civile_ev

Trentacinque volontari, 1423 ore di attività negli ultimi dodici mesi, tre fuoristrada, una colonna mobile e soprattutto un’indole a darsi daffare per il prossimo che oltrepassa i confini casalaschi: queste le caratteristiche del gruppo comunale di Protezione Civile che giovedì ha ricevuto il plauso della Giunta casalese in municipio, a Casalmaggiore. “Si tratta di una realtà molto significativa, che negli scorsi anni si è distinta anche per gli aiuti alle popolazioni terremotate”: ha introdotto il sindaco Claudio Silla. “Un gruppo strettamente connesso al comune, che ha un peso importante a livello numerico e logistico, formato da volontari sempre disponibili, visibili e riconosciuti dagli stessi cittadini”.

Puntuale il report presentato dal coordinatore del gruppo comunale di Protezione Civile, Luigi Poli: oltre ai numeri, sono state evidenziate le attività dei volontari, dal supporto logistico a 33 eventi di pubblico interesse, culturali, sociali e sportive (da qui il grazie anche del presidente del consiglio comunale con delega allo sport Calogero Tascarella) sino alla formazione, con circa cento ore dedicate alle scuole elementari. A proposito: nel mese di maggio del prossimo anno, verrà organizzata una nottata in tenda per i ragazzi delle classi quinte della primaria, che dormiranno in un accampamento insieme ai volontari della Protezione Civile.

L’attività del gruppo ha compreso anche un ambito di specializzazione rivolto alla sicurezza dei beni culturali. Non solo: la Protezione Civile casalese ha partecipato anche alla maxi esercitazione di Soncino, dove è stata simulata un’emergenza idrogeologica: supporto logistico, di trasmissione e di salvaguardia di opere hanno visto protagonisti i volontari di Casalmaggiore, che insieme formano un punto di riferimento a livello provinciale.

Simone Arrighi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti