Commenta

Le imprese sportive
del 2013 nell’Oglio Po:
svetta la Pomì

sport-2013-ev

Nella foto, il mosaico delle imprese sportive 2013

Per il comprensorio Oglio Po si chiude un 2013 ricco di soddisfazioni sportive. Abbiamo cercato di riassumere le dieci che, a nostro avviso, possono essere ritenuto le più significative. Qualcuna – ahinoi – abbiamo dovuto relegarla in secondo piano: scelte opinabili, quindi aperte al giudizio dei lettori. Anzi, proprio da voi, utenti di OglioPoNews, vorremmo che la graduatoria venisse completata. Aggiungete, attraverso i commenti, quelle che ritenente le imprese sportive più importanti per il vostro comune, la vostra frazione, i vostri amici o la vostra famiglia. Nel frattempo, ecco la nostra selezione, che proponiamo con una premessa: gli eventi. Già, perché in un anno intenso come il 2013, anche le manifestazioni e le iniziative sportive ideate e organizzate nel nostro comprensorio meritano il giusto spazio.

Casalmaggiore, giusto per cominciare, è divenuta ‘Città del Canottaggio’, a 25 anni dalla prima medaglia d’oro olimpica del remo casalese: quella di Gianluca Farina, cresciuto sotto l’egida di Umberto Viti, mentore anche di Simone Raineri, secondo oro maggiorino dei cinque cerchi, e dell’emergente Gabriele Cagna. Sempre a Casalmaggiore, seppur lungo il Po, oltre ai tradizionali Triathlon e Discesa in memoria di Umberto Chiarini (quest’anno con firma della ‘Carta del Po’), il 2013 verrà ricordato anche per il Saggio Natatorio di Ferragosto, con la balneabilità ritrovata dal grande fiume. L’atletica Interflumina ha portato in piazza Garibaldi il Trofeo delle Regioni di Marcia, la Maratonina ha fatto il record di adesioni. A Viadana, altro comune capofila del comprensorio Oglio Po, si è disputato il più importante match di basket dell’anno: Emporio Armani – Vanoli, partita benefica per la popolazione terremotata di Moglia. Sempre al PalaFarina, il Trofeo Memorial Merlino ha portato nel comprensorio il wheelchair hockey. A Gussola, come da tradizione, si è tenuto il Motoraduno Bergamonti, anche quest’anno come spesso accade bagnato dalla pioggia. Gli splendidi scenari di Pomponesco e Sabbioneta hanno ospitato le Night on bike, spettacolari gare notturne di una disciplina, la mountain bike, protagonista d’estate anche in territorio casalese grazie all’Avis Pedale.

Tornando alle 10 imprese sportive dell’anno, riguardano sia sport di squadra che individuali, e come detto non possono essere esaustive di un anno che di soddisfazioni ne ha date parecchie. Di dubbi ne abbiamo avuti, a partire dal recente titolo italiano nel kata dello Shotokan Karate Do del Maestro Claudio Lena, per non parlare del canottaggio, che ha comunque prodotto un podio europeo per Simone Raineri e un 7° posto iridato per Gabriele Cagna. Non dimentichiamo i vari calciatori, affermati (Alessandro Rosina e Arturo Lupoli) o in erba (vedi Filippo Ghizzardi), attesi chi dal rilancio chi dall’affermazione.

Basta preamboli, questa è la nostra classifica. Le discussioni sono aperte.

1. POMI’ CASALMAGGIORE

Pochi dubbi su un traguardo storico, la promozione nella serie maggiore del volley femminile. La Pomì è l’orgoglio dell’Oglio Po, sede a Casalmaggiore e partite a Viadana. La A1 è arrivata nonostante la sconfitta in finale contro Ornavasso: è stata la prima ripescata, e questo non inficia minimamente la storica impresa guadagnata sul campo. L’ottimo inizio della nuova stagione ha visto nella doppia impresa a Busto Arsizio il momento più alto.

2. FAUSTO DESALU

Eguagliare il primato Juniores sui 200 di Mennea proprio sulla pista di Rieti nella gara che ricordava il grande barlettano sa di investitura. A parte questo, un terzo posto da protagonista agli Europei di categoria nella staffetta 4×100, il 5° posto individuale sui 200 e l’oro ai Nazionali completano la grande stagione, che si è conclusa con la prima convocazione in Nazionale senior. Non vanno dimenticati i grandi risultati dell’altra atleta Interflumina Alessandra Feudatari, argento nei 100 ostacoli.

3. RUGBY VIADANA

Pur lontana dai fasti dello scudetto, la squadra giallonera ha vinto il Trofeo Eccellenza battendo in finale la Lazio. Ha poi concluso la regular season in testa, centrando il ritorno in Europa seppur mancando l’obiettivo dello scudetto, nell’anno che ha visto l’addio del patron Silvano Melegari. Da segnalare anche il primo titolo nazionale conquistato dalla Under 20.

4. ANDREA DEVICENZI

Ad Alanya, in Turchia, l’atleta di Martignana di Po ha conquistato la medaglia d’argento agli Europei di Paratriathlon, seguita al primo posto in maglia azzurra a Besancon. Un altro passo avanti dopo il bronzo del 2012.

5. GIUSEPPE PONZONI

A 57 anni il campione gussolese ha conquistato con la Nazionale il titolo Mondiale Over 50 di basket, nella squadra che allineava anche il cremonese acquisito Marco Tirel. A Salonicco l’Italia ha piegato nei quarti la Croazia, in semifinale gli Usa e in finale la Slovenia: un’impresona insomma.

6. CASALESE

Quando a Terenzio Agazzi il presidente Azzi ha affidato la prima squadra, fatta tutta di ragazzi da lui allevati nel vivaio biancoceleste, era difficile sperare in una salvezza diretta. Invece, con un grande crescendo di risultati, la Casalese ha saputo centrare l’obiettivo della permanenza in Promozione senza spareggi. Un miracolo nostrano. In questa stagione, i biancocelesti sono attesi al bis.

7. TAZIO MAGNI GUSSOLA

Con una stagione pressoché immacolata (33 vittorie in 34 gare) la squadra rossoblu ha centrato l’attesissimo traguardo della promozione in serie D. In finale ha battuto Pontevico, l’unica avversaria in grado di batterla nel corso della regular season, senza dover arrivare a gara 3. Qualche addio di troppo e le difficoltà incontrate da matricola non devono scoraggiare l’ambiente.

8. PAOLO VECCHI

Se Ponzoni è salito sul tetto del mondo a 57 anni, Paolo si è fermato un passo prima all’età di 54 anni. Ai World Master Games di volley disputato a Torino l’Italia ha battuto in semifinale gli Usa, cedendo in finale alla Russia.

9. BASKET CASALMAGGIORE UNDER 13

Il titolo regionale dei giovani cestisti è stata un’impresa storica senza precedenti. Nella fase finale Casalmaggiore ha vinto il suo concentramento ed è approdata alla final four, dove ha messo sotto in fila i padroni di casa del Saronno, poi Pavia e in finale Monza. Un trionfo figlio di una collaborazione tra società del comprensorio: un bell’esempio.

10. RIVAROLO CALCIO

Netta la vittoria ai playoff su Rivalta che è valsa la promozione in Seconda categoria. Nel calcio locale ci sarebbero anche la promozione del San Matteo e il ripescaggio in Prima del P.S.G, oltre alla bella salvezza del Pomponesco, ma i rivarolesi si fanno preferire per come hanno iniziato l’avventura in Seconda: sono arrivati al giro di boa in seconda posizione, in lizza dunque per un salto doppio.

Ecco, questa è la selezione della nostra redazione. Se volete, commentate e scriveteci la vostra. Comunque lo si voglia interpretare, il 2013 sportivo del comprensorio Oglio Po ci ha fatto davvero divertire.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti