Commenta

Mauri spopola
in Israele col suo
Daddy Factor

mauri-magazine_ev

CASALMAGGIORE/TEL AVIV – Si dice spesso che il vero successo, nella musica, non si misura in concorsi o in piazzamenti, ma nella notorietà successiva a questi. Per intenderci, l’ultimo Sanremo ha fatto molto bene a Max Gazzè, che pure si è classificato oltre il decimo posto, e ha un po’ oscurato i Modà, che in realtà sono arrivati terzi in classifica. Lo stesso concetto, a grandi linee, vale anche per l’artista Maurizio Scaglioni in arte “Mauri”, delle cui gesta abbiamo narrato nelle scorse settimane in merito alla partecipazione a X-Factor Israele.

Del 32enne originario di Casalmaggiore, ma da otto anni lontano da casa per cercare (e trovare) fortuna e amore in giro per il mondo, già sappiamo tutto. In particolare non è riuscito a entrare nella finale live a dodici del programma condotto dalla top model Bar Refaeli per un solo piazzamento, risultando l’ultimo eliminato sulle soglie dell’ultimo atto.

Mauri però non si è scoraggiato e ha continuare a prendere parte a concerti, con la differenza che questa volta è stato contattato da pub e locali israeliani come ospite, senza doversi fare carico dell’organizzazione. L’ultima novità, invece, riguarda la rivista “Orim ve Ieladim” (traduzione: “Genitori e Bambini”), che proprio a Mauri ha dedicato addirittura la copertina del numero di gennaio. “Si tratta di un mensile” racconta Maurizio “che parla appunto di bambini e in particolare si occupa di istruire i genitori su come comportarsi nei primi anni dell’infanzia: come allattare, quali medicine e carrozzine usare, cose di questo genere. E’ un magazine importante e seguito, per quanto specialistico, distribuito in tutto il Paese”.

Mauri campeggia in copertina assieme alla moglie Liri e ai due bambini che la coppia ha avuto: Romeo di due anni e Ada di cinque mesi. Il titolo è tutto un programma e riprende proprio la trasmissione che non ha dato la finale al 32enne, ma gli ha comunque garantito notorietà: “The Daddy Factor”, il fattore Papà.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti