Commenta

Il Rugby Viadana
corre ai ripari:
ecco “Paddy” Ryan

rugby-acaso_ev

L’emergenza infortuni in prima linea ha spinto il club giallonero del Rugby Viadana verso la ricerca di un pilone destro che possa puntellare la mischia nella seconda parte di stagione. Marco Coletti e Jack Gilding si fermano ai box con il primo che termina la stagione anzitempo a causa della rottura del legamento crociato del ginocchio sinistro, avvenuta nel mese di dicembre in occasione della sfida di Amlin Cup con il Bayonne. Coletti sarà operato a Febbraio e ne avrà per circa sei mesi, mentre il pilone ex Edinburgh si è sottoposto ad un secondo intervento chirurgico alla mano destra, che prolungherà i tempi di rientro con data ancora da definire.

La contemporanea assenza dei due piloni destri ha aperto le porte a Patrick Joseph Ryan, 23 anni proveniente dalla formazione RFC Dolphins. Il club, che milita in Division 1 dell’All Ireland League, fa parte della franchigia del Munster. “Paddy” Ryan è giunto in riva al Po nella pomeriggio di lunedì poco dopo il match perso da Viadana con Calvisano: fisicamente molto dotato, potrà dare una contributo importante alla causa giallonera in tutte le fasi del gioco, è alto 187 centimetri per un peso di 125 chilogrammi.

“Sono molto contento per questa opportunità che mi è stata offerta – sottolinea il pilone destro irlandese – posso allargare la mia esperienza e provare a confrontarmi con un campionato fisico come quello italiano. Lo Zaffanella è uno stadio molto bello e rappresenta un ulteriore stimolo per me, so che qui il Munster perse una sfida di Celtic League (Aironi vs Munster 21-17, gara giocata l’11 marzo 2012 e destinata a rimanere nella storia del rugby viadanese e italiano, ndr) e quindi lo ritengo un luogo particolare dove giocare e crescere. Ho una gran voglia di iniziare a lavorare ed unirmi alla mia nuova squadra”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti