Commenta

Rapina a mano armata
ad una tabaccheria
di Rivarolo Mantovano

rapina-pistola-ev

RIVAROLO MANTOVANO – Rapina a mano armata martedì mattina a Rivarolo Mantovano, nella tabaccheria di via Battisti. Due malviventi, con cappucci sul capo ed uno dei due con pistola in mano, si sono introdotti nell’esercizio mentre all’interno vi erano solo i titolari: la 55enne Tina Lari ed il 61enne marito Nino Consiglio.

“Questa è una rapina”: ha urlato uno dei due criminali, armeggiando con la pistola. Impietriti, i titolari della tabaccheria non hanno potuto fare altro che assecondare le richieste dei rapinatori. La donna, che per lo spavento si è sentita male ed è stata poi trasportata all’ospedale Oglio Po di Vicomoscano, intimata di svuotare la cassa ha consegnato i soldi in quel momento presenti nell’esercizio.

Banconote, monete, persino i centesimi: i rapinatori hanno voluto tutto, comprese schede telefoniche e pacchetti di sigarette. Un bottino complessivo di circa mille euro. I malviventi avrebbero razziato anche i biglietti del Gratta e Vinci se non fosse che il titolare, avvertendoli di un possibile arrivo di clienti, li ha indotti ad andarsene.

Sul posto sono arrivati i carabinieri di Bozzolo e quelli di Viadana, che hanno poi predisposto posti di blocco e controlli stradali in zona. Nei pressi della tabaccheria vi sono anche le telecamere del sistema di videosorveglianza comunale, oltre a quelle della Banca Monte: entrambe però erano troppo distanti per fornire immagini nitide dei rapinatori.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti