Commenta

Il Casalasco piange
la morte della maestra
Giusy Ventrice

giusy-ventrice_ev

Nella foto, Giuseppina Ventrice

CASTELPONZONE (SCANDOLARA RAVARA) – Sta destando profondo cordoglio e commozione la scomparsa di Giuseppina Ventrice di Castelponzone, frazione di Scandolara Ravara, che non è riuscita a vincere, nonostante il carattere indomito e battagliero, la sua battaglia contro un male incurabile. La donna, scomparsa a soli 48 anni, lascia il marito Graziano Veronese, imprenditore agricolo e i due figli Giada e Ivan, oltre al padre, che abita a Gussola e a due sorelle. Giuseppina era però molto nota soprattutto per la sua attività di insegnante alla scuola materna di Casalmaggiore, che l’aveva avvicinata a tanti bambini e alle rispettive famiglie, coronando di fatto il sogno della 48enne.

Vale per tutti, tra i tanti ricordi arrivati in particolare su Facebook, quello di una collega, Francesca. “Ciao Giuseppina, ci hai lasciati con il ricordo della tua voglia di vivere. Ti abbiamo conosciuta con il sorriso sulle labbra in qualsiasi situazione. Hai lottato per anni contro tre malattie gravi. Hai tentato di tutto pur di vivere. Ti ricordo il giorno della immissione in ruolo. Eri strafelice avevi coronato il tuo sogno, essere insegnante di scuola dell’infanzia in ruolo. Sei sempre stata attiva anche se facevi quelle maledette cure. Tu avevi molta fede e lavoravo in parrocchia perché amavi stare con i bambini all’oratorio. O tuoi figli sono fortunati ad aver avuto una mamma come te. Sono stata fortunata ad incontrarti. Buon viaggio non so dirti altro da atea”.

Le esequie di Giuseppina si celebreranno nella chiesa di Castelponzone mercoledì alle ore 15.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti