Commenta

Gnocchi di S. Antonio,
raccolti fondi per
il tetto di S. Leonardo

gnocchi-san-leonardo_ev

Nella foto, a sinistra la chiesa di San Leonardo

CASALMAGGIORE – A scherzare con i Santi, potremmo anche dire che Sant’Antonio ha dato una mano a San Leonardo. E’ vero infatti che la festa di Sant’Antonio, appunto, si celebra venerdì, ma a Casalmaggiore, nella parrocchia di San Leonardo, hanno deciso di anticipare alla scorsa domenica per gli impegni pregressi che avrebbero tenuto lontano dalla festa don Bruno Galetti.

Don Bruno era invece regolarmente presente, e con lui tutti gli altri sacerdoti di Casalmaggiore, dal parroco don Alberto Franzini, fino a don Marco Notarangelo e don Angelo Bravi, al fianco di un centinaio di parrocchiani: la festa anticipata di Sant’Antonio è stata aperta, dopo un buon antipasto, dalla classica gnoccata, primo piatto tipico per l’occasione, preparato da tante massaie che, nei giorni precedenti il pranzo domenicale, si sono date da fare volontariamente per non fare mancare il cibo a tavola.

Il menù è stato completato dal cotechino, poi frutta e dolce, oltre ad acqua, vino e caffè. Al di là della curiosità gastronomica, comunque, la vera notizia è un’altra: la gnoccata è stata infatti organizzata per raccogliere fondi per il restauro del tetto di San Leonardo, per il quale la raccolta prosegue e va ormai avanti da un paio di mesi. I 20 euro (prezzo fisso) spesi per partecipare al pranzo (ma c’è anche chi ha voluto donare un’offerta più generosa) saranno dunque utilizzati per quest’opera indispensabile, soprattutto considerando la pericolosità della situazione che, oltre che nella chiesa, si manifesta anche nella attigua casa parrocchiale.

Un centinaio i partecipanti, come detto, ma non va scordata l’opera di una ventina di volontari, tra chi ha preparato gli gnocchi e il cotechino e chi invece ha servito domenica ai tavoli. Con una chicca, imprevista: sabato il frigorifero in dotazione al bar dell’oratorio si è rotto. Così i soldi ricavati sono serviti, in parte, anche per finanziare l’acquisto di un nuovo elettrodomestico. E Sant’Antonio, come volevasi dimostrare, è venuto generosamente in aiuto di San Leonardo.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti