Commenta

Santa Chiara,
sul caso disabili
si spacca il Cda

cirani-santachiara_ev

Nella foto la Fondazione Santa Chiara e Paola Cirani

CASALMAGGIORE – Il caso delle classi per soli disabili che la Fondazione Santa Chiara vorrebbe organizzare a partire dall’anno scolastico 2014-2015 non ha mancato, come era nelle previsioni, di suscitare numerose polemiche.

Quello che però non ci si attendeva riguarda la spaccatura interna allo stesso consiglio d’amministrazione della Fondazione. Con una breve nota Paola Cirani, poco prima della convocazione della conferenza stampa prevista per martedì alle ore 11, ha fatto sapere che non presenzierà alla stessa.

“In merito alle notizie apparse sulla stampa relative all’attivazione di un nuovo corso per persone disagiate” si legge nel testo spedito da Paola Cirani alla stampa e al presidente Paolo Vezzoni “in qualità di componente del C.d.A. faccio presente quanto segue: l’argomento trattato è particolarmente importante e delicato e, certamente, richiede una trattazione specifica e approfondita all’interno del Consiglio di Amministrazione. Dal momento che di questo non si è mai discusso, in nessuna circostanza, mi dissocio da tale iniziativa e non ritengo opportuno presenziare a questa conferenza stampa”.

Alle origini del dissenso, dunque, il fatto che alcuni membri dello stesso Cda non siano stati avvisati dell’attivazione di questi corsi o della volontà di introdurre questa novità. Insomma la questione si fa ancora più calda. Sono attese novità ufficiali dalla conferenza stampa. Santa Chiara per il momento sembra essere in trincea su un questione delicatissima.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti