Commenta

Distribuzione alimenti,
Rive Gauche: “Forza
Nuova arriva tardi”

roseghini-ev

Nella foto, Giancarlo Roseghini

CASALMAGGIORE – Fa discutere la distribuzione di generi alimentari promossa sul mercato cittadino casalese dal banchetto di Forza Nuova. A dire la propria sulla questione, il circolo di Rive Gauche. “Impegnati in ronde, pestaggi di immigrati (dieci contro uno di solito, non si sa mai) e qualche partita di calcio i seguaci del maestro elementare di Cesena si sono accorti della crisi”: esordisci il comunicato firmato dal referente Giancarlo Roseghini. “E come il fiero alleato Galeazzo Mussolesi (ricordate Bonvi?) organizzano prontamente l’orticello di guerra del terzo millennio. Per veri Italiani però, sai, con quello che c’è in giro al giorno d’oggi. Distribuzione di generi di prima necessità… mmm… vediamo… mi sembra di averla già sentita a Casalmaggiore”: il circolo fa riferimento ad una propria iniziativa avviata da quattro anni ormai.

“Ah, ecco! Forse da quei bolscevichi di Rive Gauche – ironizza il comunicato -, che non perdono tempo a rivendicare identità di chissà che. Siccome studiano un po’ di economia, seguendo gli insegnamenti di un filosofo ed economista tedesco a loro caro e stranamente tornato in voga, le crisi le prevedono e le combattono per tempo e ci avevano pensato già 4 anni fa”.

“Oppure i servizi sociali, che col progetto La Rete e con l’aiuto di tanti volontari, soccorrono da tempo le fasce più deboli della popolazione. Nell’italica identità a geometria variabile, che negli stadi ha spesso purtroppo la sua vetrina, napoletani a Verona erano “i campioni del nord africa”, mentre i nordici sono polentoni mangia nebbia nel resto degli stadi del sud. Ben consapevole di questo dovrebbero essere i nostri indomiti, che dagli stadi traggono molta della loro manodopera. A proposito, altre organizzazioni cattoliche come Caritas e San Vincenzo si erano già occupate della crisi, aiutando tutti, italiani e non. ‘35 Perché io ho avuto fame e mi avete dato da mangiare, ho avuto sete e mi avete dato da bere; ero forestiero e mi avete ospitato, 36 nudo e mi avete vestito, malato e mi avete visitato, carcerato e siete venuti a trovarmi’. Questo il vangelo di Matteo, dovreste saperlo, visto che vi definite veri cristiani oltre che veri italiani”.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rive Gauche Casalmaggiore

 

© Riproduzione riservata
Commenti