Commenta

Viadana e Bozzolo
nel mirino dei ladri:
quattro ‘colpi’ ravvicinati

furto-casa-carabinieri-ev

VIADANA/BOZZOLO – Ormai è un autentico assalto da parte dei criminali, letteralmente scatenati sul territorio. Tra Viadana e Bozzolo ben quattro sono gli episodi relativi a furti tentati o portati a segno nei giorni scorsi e di cui si è venuti a conoscenza nella giornata di venerdì. A Viadana sono state prese di mira le vie Tommaso d’Aquino e Gian Battista Vico. In quest’ultima, una signora che vi abita ha sentito suonare improvvisamente il citofono poco dopo la mezzanotte. Non avendo alcuna visita in programma, specialmente a quell’ora, la signora ha immediatamente telefonato ai Carabinieri i quali dalla vicina caserma hanno inviato una pattuglia per controllare la situazione, non trovando nulla di anomalo. Evidentemente i malintenzionati vedendo accendersi delle luci dentro la casa hanno pensato bene di far perdere le proprie tracce. La mattina seguente però sulla porta della medesima abitazione sono stati scoperti alcuni strani segni, riconducibili a simboli utilizzati dai malviventi come segni convenzionali per trasmettere informazioni sul luogo visitato. Ma i ladri non si sono arresi e nel pomeriggio seguente hanno letteralmente messo sotto sopra una casa in via Tommaso D’Aquino dove però sono stati messi in fuga dall’arrivo delle proprietaria che mettendosi ad urlare ha costretto i ladri a dileguarsi.

L’episodio più clamoroso infine a Bozzolo nella zona dell’ospedale dove mercoledì pomeriggio ignoti si sono introdotti nell’abitazione di un’impiegata e hanno smurato una cassaforte senza riuscire però né ad aprirla né a portarla via. Allora, trovato il portafoglio del capofamiglia, hanno prelevato cento euro accontentandosi dei contanti. Nella via accanto, un altro assalto a distanza di poco tempo non è andato a buon fine: pure in questo caso, il rientro della famiglia residente nell’abitazione ha mandato a monte il furto. I malviventi hanno comunque lasciato traccia del loro passaggio, con l’ormai tipico ed angosciante disordine.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti