Commenta

Arriva Cirano (scritto
con la i) al Teatro
Ragazzi del Comunale

cyrano_ev

Nella foto una scena della rappresentazione

CASALMAGGIORE – Si intitola “Chiamatemi Cirano!”, senza la “y”, ma si tratta comunque di un’opera liberamente ispirata proprio alla figura del “nasuto” personaggio letterario francese “Cyrano di Bergerac” ideato da Edmond Rostand. Arriverà al Teatro Comunale di Casalmaggiore con testo, regia e musiche di Stefano Andreoli, rivisitato e dedicato ai più giovani, ai ragazzi della scuola secondaria di primo grado per la precisione. Uno spettacolo sostenuto nell’ambito del Progetto Next di Regione Lombardia che si terrà venerdì mattina alle 9 e in replica alle 11 grazie alla compagnia Teatro Città Murata.

“Quante volte” si legge nella brochure di presentazione “da ragazzi ci siamo chiesti o ci hanno chiesto: “Cosa farai da grande?”. La risposta sempre era modulata verso diverse direzioni, il calciatore, il cantante o forse il paracadutista, insomma molte aspirazioni e poche certezze. Per Tommaso, il protagonista di questa storia, ragazzo sveglio e intelligente ma con un naso assai pronunciato, avendo conosciuto un’antica e appassionata storia scritta molto tempo fa, invece la risposta è sempre pronta ed immediata: Chiamatemi Cirano!”.

Lo spettacolo del Teatro Città Murata prendendo spunto dalla famosa commedia di Edmond Rostand scritta nel 1898, vuole parlare dell’oggi, della diversità, della poesia, dedicandola ad un pubblico di ragazzi e trasportandola in questo modo nella loro esperienza. Tommaso fugge la realtà insicura di ogni giorno fatta di continui scherzi ed allusioni proiettandosi in un futuro composto, non da piccole inutili vendette, ma dalla certezza che alla fine a vincere siano le sue grandi qualità e che la poesia sia un efficace baluardo contro la stupidità e l’omologazione della bellezza.

L’immortale storia di Rostand, grazie ad una divertente e incalzante costruzione drammaturgica, rivive nelle sue suggestioni e nei suoi personaggi (Cristiano interpretato da Davide Marranchelli, Rossana alias Elisa Carnelli, Cirano che avrà il volto di Marco Continanza) che il gioco del Teatro riconsegna perfettamente all’Oggi nell’alternarsi delle situazione e delle emozioni. Gli attori che si misurano con personaggi diversi danno a Cyrano tutto lo spessore di un eroe leggendario, ma che parla direttamente al cuore e all’intelligenza dei ragazzi del nostro tempo.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti