Commenta

“Siamo tecnici del gas”:
entrano, rubano
e picchiano malcapitata

truffa-gas-ev

VIADANA – Due finti tecnici del gas hanno passato in rassegna il territorio viadanese, settimana scorsa, facendo razzia di denaro, ori e preziosi. Truffe che in alcuni casi si sono tradotte in rapine. Tutto questo mentre a Casalmaggiore si susseguono le segnalazioni di falsi addetti di fornitori energetici che bussano alle porte di case in diversi quartieri del centro e delle frazioni.

Andiamo con ordine, partendo da casi eclatanti come quello verificatosi a San Martino dall’Argine, giusto una settimana fa. Un malvivente si presenta all’ingresso dell’abitazione di una 84enne che stava rientrando a casa da alcune commissioni. Spacciandosi per un tecnico del gas mandato dal comune per una perdita di metano, l’uomo è riuscito a convincere l’anziana che ha aperto l’uscio e fatto entrare quello che scoprirà presto essere un criminale. Durante i finti controlli, il malvivente viene addirittura raggiunto da un complice. Alla signora viene chiesto di consegnare i gioielli per metterli al sicuro onde evitare che il gas possa rovinarli: una richiesta che insospettisce l’84enne, ormai conscia del raggiro ma costretta da sola in casa propria con due malviventi. Impaurita dall’eventuale reazione dei due, la donna finge di credere all’indicazione e recupera un po’ di soldi custoditi in bagno e nella camera da letto. Non contenti però i finti tecnici del gas le chiedono anche della cassaforte e si fanno consegnare altro denaro, un orologio d’oro, preziosi vari.

Peggio è andara ad una donna di San Matteo delle Chiaviche, che poco prima del misfatto di San Martino dall’Argine era finita nel mirino di due falsi tecnici del gas: in questo caso, la signora ha tentato di chiamare la figlia, i malviventi le hanno strappato il telefono di mano e oltre al furto hanno anche malmenato la povera malcapitata.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti