Commenta

San Leonardo, altra
idea per raccolta fondi:
Pranzo di Primavera

pranzo-sanleo_ev

Nella foto un momento del pranzo domenicale

CASALMAGGIORE – In tempo di crisi meglio ingegnarsi. E di sicuro le idee non mancano ai parrocchiani di San Leonardo e a don Bruno Galetti. Anche domenica scorsa il salone dell’oratorio ha ospitato infatti un grande pranzo, che ha visto la partecipazione di quasi un centinaio di persone.

Il “Pranzo di Primavera” ha seguito la messa delle ore 11 ed è stato preparato, in maniera del tutto volontaria, da una decina di massaie che si sono ritrovate nei giorni precedenti l’evento per apparecchiare un banchetto di tutto rispetto. Il menù prevedeva infatti antipasto di salumi e verdure, tortelloni, arrosto all’arancia e contorni, frutta e semifreddo all’amaretto. Il tutto al costo di 20 euro. E proprio qui va rintracciata la finalità della giornata.

Come già era accaduto, infatti, a metà gennaio con la gnoccata di Sant’Antonio (un classico), l’evento è servito a finanziare in parte la ristrutturazione del tetto sia della chiesa di San Leonardo che della casa parrocchiale: entrambe le strutture sono danneggiate in maniera seria e da qualche mese ormai è partita una raccolta fondi su più fronti per arrivare a una soluzione. Per questo il “Pranzo di Primavera”, cui ha fatto seguito una tombolata alle 15 con premi gastronomici (un’ulteriore raccolta economica grazie alle cartelle del gioco vendute), ha avuto non soltanto lo scopo di riunire i parrocchiani, ma soprattutto di fare del bene alle strutture dello stesso edificio.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti