Commenta

Velo Ok abbattuto
davanti al Tratto Bene
“E’ il primo morto”

velo-ok_ev

Nella foto il Velo Ok preso di mira dopo essere stato risistemato

VICOBELLIGNANO (CASALMAGGIORE) – Il disappunto, o l’incomprensione degli automobilisti che ancora non comprendono bene il meccanismo degli speed check, ha provocato la prima vittima. O il “primo morto”, come qualcuno lo ha scherzosamente ribattezzato. Nella notte tra giovedì e venerdì infatti uno degli strumenti piazzati in fregio all’Asolana, ribattezzati “spaventapasseri” dal consigliere di minoranza Orlando Ferroni nell’ultima seduta del consiglio, è stato abbattuto da ignoti. Si tratta dell’apparecchio installato davanti alla Trattoria “Tratto Bene” sulla curva di Vicobellignano. Pochi per fortuna i danni: è infatti stata rovesciata la scatola di plastica arancione, priva di apparecchiatura fotografica senza grossi problemi aggiuntivi.

Va detto che ogni Velo Ok è sorretto da una zavorra di 60 chili, dunque probabilmente i “vandali” hanno agito in coppia o in tre o quattro, così come è difficile pensare che sia stata un’automobile a travolgere il Velo Ok, perché in tal caso la scatola di plastica arancione avrebbe riportato qualche danno evidente. Un precedente dunque pericoloso dopo l’installazione risalente a nemmeno un mese fa: va detto comunque che l’incidente è avvenuto nella notte e che già nella prima mattina di venerdì gli agenti della polizia locale di Casalmaggiore avevano celermente sistemato la colonnina.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti