Commenta

Calcio, big match
in Seconda tra Dosolo
e Sesto Cremonese

calcio-dilettanti-ev

Rush finale e obiettivi ormai chiari per tutte le squadre di calcio del Comprensorio Oglio Po, anche se per nessuno il traguardo appare certo: un particolare che rende incandescente la volata finale. Per cominciare la Casalese in Promozione Emilia ha una certezza ormai quasi matematica: giocherà i playout e con ogni probabilità contro il Soragna. Resta da capire chi sarà avanti in classifica (al momento i parmensi sono a +2) e dunque con la possibilità di giocare lo spareggio con il doppio pari a favore. Oggi la Casalese sfida il Monticelli quarto in classifica, senza molto da chiedere al campionato (in Emilia i playoff coinvolgono solo la seconda, troppo staccata), ma comunque temibile e meglio attrezzato: la speranza è che il team termale arrivi sgonfio all’impegno, ma certo serve una Casalese diversa rispetto a quella che è caduta rovinosamente per tre turni consecutivi.

Turno decisamente più appetitoso in Prima Emilia: si gioca infatti il derby del Po a Guastalla tra i locali e il Viadana. Canarini beffati dal Nonantola (0-3) nel recupero di mercoledì, ma va detto che Boni ha schierato parecchi giovani anche per arrivare pronto all’appuntamento domenicale. All’andata il Guastalla dei molti ex (su tutti bomber Chierici, l’ala Arcari e mister Iotti) vinse 2-1 al Comunale, stavolta il Viadana vorrà rendere la pariglia, in un match che conta emotivamente più che per la classifica.

In Prima Lombardia, nel girone G, il Psg prova a chiudere il discorso salvezza, il Pomponesco cerca di non soffocare. I blaugrana, a +8 sulla zona playout, giocano in casa di una Sported penultima ma non ancora disperata (la griglia playout è molto ravvicinata e in un punto si trovano quattro squadre), che cercherà il tutto per tutto. Non perdere, però, per il team di Maglia significa proseguire la serie positiva, ipotecare la salvezza e fare un favore al Pomponesco, che dal canto suo deve sbloccarsi: Lampugnani sin qui non ha fatto miracoli, può provarci in casa del Porto 2005, che in classifica vede i playoff ma ha già perso qualche punto contro le “piccole” (basterebbe ricordare l’exploit proprio del Psg poche domeniche fa). Per il Pomponesco, a -4 dal sestultimo posto, solo un successo potrebbe fare da viatico per una salvezza diretta difficile ma ancora possibile sulla carta.

Scendiamo in Seconda: il big match fa tappa a Dosolo, dove arriva l’Acquanegra seconda in classifica (a pari col Suzzara) con tre punti di margine sui biancorossi, i quali dunque, vincendo lo scontro diretto, incasserebbero il terzo successo consecutivo e soprattutto tornerebbero finalmente in corsa per il gradino d’onore, per migliorare il piazzamento da qui a fine campionato; il San Matteo che ha appena scalato il quinto posto non può invece fallire contro il Soave, in casa. Ma la penultima della classe, ultimamente, ha preso un buon passo, viene da cinque risultati utili consecutivi e ha appena incastrato la capolista Sporting. Gara facile, dunque, ma con qualche insidia nemmeno troppo nascosta.

In Seconda J, ossia nel girone cremonese, un’altra sfida campale è quella che oppone Sesto 2010 e Rivarolo: i locali sono sesti (manco a dirlo) a -4 dal Rivarolo terzo e hanno una gara in meno. Dunque, se vincono mettono il sorpasso nel mirino, altrimenti rischiano di stare fuori dai giochi. Al Rivarolo vanno benone due risultati su tre, ma una vittoria ipotecherebbe i playoff e rilancerebbe le chance di secondo posto, attualmente condiviso col Robecco. Anche il Gussola aspira alla stessa piazza e può ottenerla già oggi con una combinazione di risultati che però non può prescindere dal successo in casa dello Spinadesco, rassegnato ai playout ma in lotta per non scivolare oltre i fatidici 9 punti e dunque per non retrocedere direttamente. Lotta in coda che coinvolge la Martelli: dopo una bella boccata d’ossigeno i giallorossi sono saliti a +3 sulla zona calda. Nulla di troppo rassicurante, dunque, ecco perché tocca fare risultato anche contro il Torrazzo, al Cambonino, contro una squadra da playoff ma clamorosamente frenata domenica dal fanalino Acquanegra. Occorre tenere presente anche del rischio terreno sintetico.

Chiusura in Terza categoria con una Cannetese che prova a riprendersi dopo due scoppole consecutive: il calendario propone una Ceresarese alla portata (2 punti avanti), in un match certo poco esaltante tra terzultima e quartultima, ma che se non altro potrebbe ridare morale (e una posizione in più in classifica) ai rossoblu.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti