Commenta

Scocca l’ora di Bongiovanni
candidato sindaco
del centrodestra

bongiovanni-comune-ev

Nella foto, Filippo Bongiovanni e il municipio di Casalmaggiore

CASALMAGGIORE – L’ora di Filippo Bongiovanni candidato sindaco alle elezioni amministrative maggiorine per la coalizione che unirà Lega Nord, Nuovo Centro Destra, Udc e con ogni probabilità anche Forza Italia scoccherà mercoledì, alle 11,30, nei locali dell’ente provinciale (e dove se no?) di via Cairoli a Casalmaggiore. L’attuale capogruppo del Carroccio in seno al consiglio comunale casalese, nonché vice-presidente della Provincia di Cremona si presenterà alla stampa in compagnia di ospiti che lo stesso non vuole anticipare. Con ogni probabilità, all’appuntamento non mancheranno i vertici locali e provinciali dei partiti che hanno di sciogliere le riserve e sostenere Bongiovanni come candidato sindaco a Casalmaggiore.

Era un po’ il segreto di Pulcinella, preannunciato settimane fa: il leader maggiorino della Lega è il volto giovane e già inserito nelle dinamiche politiche comunali e provinciali scelto dalle forze di centrodestra per sfidare Claudio Silla (a caccia del bis), Listone (ormai prossimo a svelare il nome del proprio candidato), Adamo Manfredi (Movimento 5 Stelle) e Luca Storti (Destra Sociale) alle ormai imminenti elezioni amministrative casalesi. I perché dell’investitura verranno svelato mercoledì, forse dagli stessi organi provinciali e regionali dei partiti coinvolti nella coalizione.

Resta da capire come si vorrà muovere Orlando Ferroni: a Casalmaggiore per la Libertà sono arrivate (e arriveranno ancora) pressioni dai vertici di Forza Italia, per allinearsi ai dettami ed entrare a far parte della coalizione che sosterrà Bongiovanni: si parla di un interessamento diretto di Mino Jotta, che dovrebbe essere il nuovo coordinatore provinciale di Fi e quindi uomo deputato ad accordarsi con la Lega Nord sia sul fronte casalese che a Soresina, e del membro del comitato di presidenza Mariastella Gelmini. L’imprevedibilità dei fratelli Ferroni (Orlando e Fabio) non offre però ad oggi garanzie di unione totale del centrodestra maggiorino, che comunque si schiererà in forze per prendersi il comune di Casalmaggiore.

Simone Arrighi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti