Commenta

Dal campo alla tavola
Quattrocase ‘ritrova’
le erbe perdute

erbe-quattrocase-ev

Nella foto, alcuni momenti dell’iniziativa

QUATTROCASE (CASALMAGGIORE) – Oltre cinquanta persone hanno partecipato all’iniziativa ‘Le erbe perdute’, tenutasi sabato in quel di Quattrocase, frazione di Casalmaggiore. Un salto indietro nel tempo, nelle tradizioni culinarie legate alla (ri)scoperta di usanze tipiche di una campagna che della distanza dalla città continua a valorizzarne i lati positivi. Come spiegato dal sociologo Costantino Rosa, nel corso della manifestazione che ha unito incontro, passeggiata e merenda, sono stati riproposti piatti semplici e in gran parte dimenticati. Come la frittata di margherite di campo, i cannoli con erba cipollina, tarassaco, pinoli e robiola, i flan con l’ortica e altre delizie.

La giornata è iniziata intorno alle ore 16, nella sala dell’oratorio, dove la dottoressa Anna Galli ha relazionato circa le proprietà benefiche e nutritive delle erbe perdute: ortica, erba cipollina, luppolo, tarassaco, viola mammola, silene, pimpinella, malva e melissa. Dall’udito alla vista, con la possibilità di ammirare gli acquerelli di Camilla Boselli, artista locale. Poi il tatto, col la passeggiata nei campi a raccogliere le erbe. Atto finale dedicato al gusto: lo spuntino finale, ha infatti permesso ai partecipanti di assaggiare quanto sgolosato nel corso della pomeriggio. Il plauso agli chef è un riconoscimento anche all’impegno del negozio ‘Lo Stop’, sempre in prima fila in ogni iniziativa di Quattrocase.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti