Commenta

Viadana censisce
il verde pubblico
grazie a gps e satelliti

viadana-verde_ev

Nella foto i presenti alla conferenza di venerdì

VIADANA – Contare gli alberi, le siepi, i giardini pubblici e le panchine di tutto il territorio viadanese. Un’impresa ciclopica e inverosimile alla quale nessuno sembrerebbe in grado di adempiere. In tempi di satelliti e onde elettroniche questo diventa possibile ed è quello che si appresta a fare “Mantova ambiente” per conto del Comune di Viadana.

“Senza verde non si può vivere poiché contribuisce a migliorare la vita dei cittadini purificando l’aria da polveri e sostanze  inquinanti, oltre a rivestire importanza estetica e culturale offrendo oltretutto piacevoli e salutari occasioni di svago all’aperto per tutte le età” ha spiegato il sindaco Giorgio Penazzi durante la conferenza stampa organizzata venerdì per spiegare il progetto. Gli ha fatto eco l’assessore Adriano Saccani, ribadendo quanto ci sia sempre più bisogno di questi spazi. Per questo alla Società mantovana è stato commissionato il piano, del costo di circa 18 mila euro, utilizzando risparmi ed economie ottenute con la raccolta dei rifiuti.

Operatori specializzati muniti di zainetto giallo identificativo percorreranno palmo a palmo tutto il territorio del comune viadanese, compiendo un vero e proprio censimento di alberi, siepi, giardini e di tutto ciò che appartiene al verde pubblico, comprese le banchine ai lati delle strade. Con l’utilizzo di rilevatori “gps” che, collegati ai satelliti, consentiranno di realizzare una mappatura generale del patrimonio verde, rilevando un gran numero di caratteristiche come la specie arborea, la morfologia  e soprattutto le condizioni di “salute” in maniera da poter stabilirne l’eventuale pericolosità, lo stato di conservazione e i necessari rimedi per la loro salvaguardia.

A spiegare tutte queste particolarità sono stati Alessandro Orlandi e Giorgio Grossi, che, attraverso l’Azienda rappresentata, si apprestano a gestire questo importante servizio che si prenderà cura di 115 mila metri quadrati di verde  pubblico con tutto quello che vi sorge attorno: siepi, staccionate, panchine e parchi scolastici.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti