Commenta

Vicobellignano, a metà
maggio l’inaugurazione
della nuova farmacia

afm-vicobellignano_ev

Nella foto il luogo dove sorgerà la nuova Farmacia a Vicobellignano

VICOBELLIGNANO (CASALMAGGIORE) – Il comunicato, per la precisione, parla di 1° semestre 2014: in realtà è molto probabile che la nuova Farmacia Comunale di Vicobellignano, che andrà ad affiancarsi a quella di piazza Garibaldi a Casalmaggiore a quella della frazione di Casalbellotto, sarà inaugurata prima delle elezioni del 25 maggio. Si parla del 15 maggio come giorno “giusto” per l’inaugurazione, ma su questo le bocche restano per ora cucite.

La certezza, comunque, dell’apertura a breve di questa terza unità è data da un comunicato emanata dal cda di Afm, che si è riunito mercoledì mattina con i suoi componenti, ossia il presidente Fiorenzo Bozzetti e i consiglieri Marco Ponticelli e Michela Scaramuzza (il cui mandato, in scadenza, è stato rinnovato fino al 2015). Il comunicato è servito a fare il punto della situazione di bilancio e ad annunciare, appunto, la novità più importante per questa annata 2014. Il bilancio, per inciso, è assolutamente positivo, come si legge nella disamina che qui riportiamo, con miglioramenti significativi rispetto al 2012.

“I ricavi lordi caratteristici della sola gestione farmaceutica complessiva” si legge nel comunicato “registrati nel corso dell’esercizio 2013, sono stati pari a 2,3 milioni di euro. Nello specifico i ricavi lordi della farmacia di Casalmaggiore sono stati di 1,5 milioni, mentre 700mila euro sono stati ricavati dall’esercizio di Casalbellotto. Il costo del venduto pari a 1,5 milioni di euro ha contributo a registrare una marginità sui prodotti pari al 30%, rispetto al dato dell’esercizio precedente (27%), a seguito di un incremento delle vendite dei farmaci con mark-up più elevato, oltre che a un’attenta gestione degli acquisti”.

“Il risultato operativo relativo alla sola gestione farmaceutica dell’esercizio 2013” continua il comunicato, che evidenzia anche la “copertura” di un debito “si è attestato a 147mila euro, con un incremento in percentuale di 6 punti base rispetto all’esercizio precedente. Tale risultato è dovuto a una significativa riduzione dei costi diretti di circa 41mila euro, pari a una diminuzione percentuale di 12 punti base rispetto all’esercizio precedente. La gestione performante dell’attività farmaceutica ha permesso all’azienda di assorbire in toto il risultato d’esercizio negativo del Micro-nido di Quattrocase, pari a 62mila euro, garantendo un servizio alla popolazione residente con rette d’importo contenute rispetto al libero mercato”.

Il risultato d’esercizio, dunque, ha portato in complessivo a un sostanziale pareggio. “Registriamo” si legge “un utile d’esercizio pari a 5mila euro; tale risultato è conseguente ad una ben precisa politica aziendale di accantonare risorse nel proprio bilancio, in previsione degli investimenti propedeutici all’apertura della terza unità farmaceutica aziendale che avverrà nel corso del primo semestre 2014”.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti