Commenta

Lupi, Salini e Malvezzi:
sfilata di big per
Filippo Bongiovanni

lupi-bongiovanni-ev

Nella foto, i big con Bongiovanni e i sostenitori del candidato sindaco

CASALMAGGIORE – Si è avvalso di uno ‘sponsor’ importante il candidato sindaco di ‘Casalmaggiore al centro’ e ‘Casalmaggiore è viva’ Filippo Bongiovanni. Sabato sera per lui al Bifi Hotel sono arrivati il ministro Maurizio Lupi, il consigliere regionale Carlo Malvezzi ed il presidente della Provincia di Cremona nonché candidato alle europee Massimiliano Salini. Giunto con mezz’ora di ritardo sulla tabella di marcia, il ministro delle Infrastutture e dei Trasporti, superscortato, si è fermato diversi minuti con alcuni imprenditori locali per un incontro riservato e precluso alla stampa, prima di fare ingresso nella sala dove lo attendeva un buon numero di persone. Sia Salini che Lupi nei rispettivi discorsi hanno preso come riferimento i genitori: il primo per ricordare la caparbietà e l’onestà del padre fornaio; il secondo per citare la raccomandazione della madre nel dire al figlio, futuro ministro, che i soldi degli altri vanno amministrati con maggior oculatezza dei propri.

Entrambi poi hanno sottolineato il forte cambiamento in atto nella politica tale da riavvicinare le persone deluse e insoddisfatte anche grazie ai forti mutamenti in atto con il taglio degli stipendi ai presidenti delle aziende, l’eliminazione delle municipalizzate e la soppressione di molte società pubbliche in deficit. Lupi ha poi caldeggiato la creazione dell’alta velocità riconoscendo l’errore di non avere pensato ai collegamenti con gli aeroporti e con le linee locali. Dopo aver raccomandato agli elettori di sostenere le idee e gli obiettivi del Nuovo Centro Destra in vista delle elezioni europee, ha rivolto un sostanziale apprezzamento al candidato sindaco Filippo Bongiovanni, così come aveva fatto con grande enfasi il presidente Salini. Lupi si è poi lasciato andare ad una critica nei confronti della Lega Nord, sottolineando certi aspetti contraddittori del movimento dei ‘Lumbard’, evidenziando come fragili e difficili in politica siano gli accordi e le alleanze, tra partiti che pure si dichiarano esternamente apparentati e uniti.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti