Commenta

Assalto alla Banca
Popolare con la fiamma
ossidrica: ma gli va male

assalto-popolare_ev

Nella foto la guardia giurata in vicolo Fantini e il garage danneggiato

CASALMAGGIORE – Un audace tentativo di assaltare la Banca Popolare di Cremona, a Casalmaggiore, è stato messo in atto nella notte tra sabato e domenica a Casalmaggiore. L’istituto sorge in via Cairoli in pieno centro ma i ladri hanno agito passando dal giardino retrostante.

Per arrivarci, si sono serviti di un garage la cui basculante è stata aperta con estrema semplicità. Il box che si trova in vicolo Fantini è servito per nascondere l’auto dei malviventi e raggiungere poi a piedi, attraverso una porticina, il giardino e che dà sulla facciata posteriore della banca. Muniti di fiamma ossidrica, alimentata da una bombola a gas che si erano portati appresso, i malviventi hanno proceduto al taglio delle inferriate di una porta e di una finestra per penetrare negli uffici bancari.

Cosa sia accaduto a quel punto non si sa con esattezza. Ciò che è probabile è che le sirene dell’allarme si siano messe a suonare in maniera tale da mettere in agitazione la banda, sicuramente esperta anche in considerazione dell’armamentario che aveva a disposizione, ma che ha deciso di andarsene scappando velocemente. Tanto che nell’uscire dal garage in retromarcia i ladri sono andati a sbattere contro la basculante di un garage di fronte provocando un gran botto e notevoli danni alla struttura.

Una signora che abita nello stesso vicolo Fantini ha sentito il rumore ma non sarebbe riuscita a veder quale tipo di auto fosse quella in fuga. Per tutta la giornata di domenica intanto gli agenti di un Istituto di Vigilanza sono rimasti nei pressi della banca per garantire il controllo alla stessa, assaltata nella notte.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti