Commenta

Rossi: no bacchetta
magica, ma conosciamo
i bisogni dei casalesi

rossi-tour-ev

Nella foto, l’incontro a Cappella di Casalmaggiore

CAPPELLA (CASALMAGGIORE) – Prosegue il tour elettorale di Matteo Rossi, candidato sindaco sostenuto da Listone e Centopercento Casalasco. Mercoledì il consigliere di minoranza uscente nonché ex assessore al Bilancio ha fatto tappa al bar Acli di Cappella, per incontrare le comunità delle tre frazioni di Cappella, Camminata e Motta San Fermo. “Non ci riteniamo più bravi di altri e non abbiamo la bacchetta magica”: ha esordito Rossi. “Durante l’ultima tornata elettorale di cinque anni fa abbiamo perso ma non ci siamo dati per vinti e abbiamo fatto opposizione nel modo che abbiamo ritenuto più opportuno. Sappiamo molto bene di che cosa ha bisogno la nostra comunità”. Il candidato sindaco, dopo aver presentato le liste elettorali che lo sostengono, ha lasciato la possibilità ai candidati referenti delle frazioni coinvolte, Lorenzo Paternieri e Davide Beranti, di presentarsi e di definire i progetti inerenti allo sviluppo delle loro frazioni. Rossi ha poi precisato in merito ad un suo eventuale impiego nel ruolo di primo cittadino: “Io non posso e non voglio lasciare il mio lavoro. La mia famiglia ha impiegato anni a costruire la reputazione dello studio e io non potrei mai lasciare che questa venga minata alla base, trascurandola. Io ci sarò sempre per la comunità che mi avrà dato fiducia e conterà su di me. Si tratta solo di sapersi organizzare”. Il candidato sindaco affronta, poi, i temi del bilancio partecipato, della rendicontazione trasparente e della tassazione, sostenendo che il cittadino dovrà essere il centro dell’attenzione della nuova amministrazione comunale; gli saranno dati gli strumenti per comprendere le linee d’azione adottate e per interagire attivamente con il comune.

Alla domanda di uno dei partecipanti alla serata sul tema della sicurezza, Rossi ha risposto che “si può ottenere coordinando il lavoro del comune e delle forze dell’ordine e consegnando a tutti coloro richiedano di far parte della comunità una sorta di vademecum esplicativo delle regole e delle informazioni necessarie all’inserimento”. “Devono essere superati i problemi legati alla diversità d’ideologie”: ha poi concluso Rossi. Dal pubblico è stato poi fatto presente la mancanza di punti d’incontro nelle frazioni: alcuni presenti hanno quindi manifestato apprezzamento per le iniziative e l’apertura a cittadini e giovani da parte delle due liste in campo con Rossi. Prossimo appuntamento del tour, venerdì 9 maggio al Bar di Quattrocase alle ore 19.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti