Commenta

Impresa Rugby Viadana:
vince e vola in
semifinale scudetto

miclass-viadana-tifosi-ev

Nella foto, i Miclass a Mogliano Veneto

MARCHIOL MOGLIANO Vs RUGBY VIADANA 12-19 (9-10)

Marcatori: pt.: 12′ C.p. Gennari(0-3); 16′ m. Barbieri tr. Gennari (0-10); 23′ C.p Padovani (3-10); 31′ C.p. Padovani (6-10); 35′ C.p. Padovani (9-10); st.: 47′ C.p. Gennari (9-13);61′ C.p. Gennari (9-16);65′ C.P. Gennari(9-19); 80′ C.p. Endrizzi (12-19).

MARCHIOL MOGLIANO: 15 Galon, 14 Onori(49′ sost. Gazzola), 13 Boni (18′ Ceccato E.), 12 Bacchin, 11 Benvenuti, 10 Padovani (71′ Lucchese), 9 Endrizzi, 8 Halvorsen, 7 Swanepoel, 6 Barbini (29′- 39’sost.Temp. Candiago) (41′ Candiago), 5 Bocchi, 4 Maso (61′ Lazzaroni), 3 Ravalle (49′ sost. Ferrari), 2 Costa Repetto(61′ Gianesini) , 1 Ceccato Andrea (Cap.) (61′ Appiah). A disp.: 16 Gianesini, 17 Appiah, 18 Ferrari, 19 Lazzaroni, 20 Candiago Edoardo (v.Cap.), 21 Lucchese, 22 Ceccato Enrico, 23 Gazzola. All.: Properzi, Eigner

RUGBY VIADANA: 15 Gennari, 14 Robertson, 13 Pizarro, 12 Sanchez (71’sost. Pavan), 11 Sintich (79′ sost. Travagli), 10 Apperley Keanu, 9 Bronzini, 8 Padrò, 7 Denti (79′ sost. Manuini), 6 Du Plessis (70′ sost. Minari), 5 Pascu, 4 Barbieri, 3 Gilding (72′ Marchini), 2 Bigi, 1 Cenedese. a disp.: 16 Denti Antonio, 17 Marchini, 18 Greco, 19 Minari, 20 Denti Andrea, 21 Travagli, 22 Amadasi G., 23 Pavan G. All.: Phillips.

arb.: Damasco (Napoli); g.d.l.: Falzone (Padova), Laurenti (Bologna); quarto uomo: Borraccetti (Forlì)
Cartellini: 60′ Ceccato E.; 75′ Bronzini;
Man of the match: Gennari (Viadana)
Calciatori: Onori 0/3; Padovani 3/3; Gennari 5/5; Endrizzi 1/2
Note: giornata molto calda, terreno in perfette condizioni, spettatori circa 1000

MOGLIANO VENETO – Viadana fa proprio l’obiettivo minimo stagionale, quello della semifinale scudetto, ma stacca il biglietto scalando una vetta ripidissima. Tale infatti era diventato il percorso dei gialloneri dopo la sconfitta casalinga con la Lazio, impervio e pieno di difficoltà. “Con questo cuore, questo gruppo e questa mentalità – sottolineano a fine gara coach Phillips e capitan Pizarro – tutto é possibile, non ci precludiamo niente”. I festeggiamenti dopo il fischio finale del Sig. Damasco, sono esplosi in campo ed in tribuna dove erano molti i tifosi giunti da Viadana per cantare e sostenere i propri colori. La partita, come era lecito attendersi, è stata tesa, avvincente ed ha mostrato, tra le altre cose, il grande carattere dei ragazzi di coach Phillips contrapposto alla solidità dei campioni d’Italia. Vincere al Quaggia di Mogliano Veneto ha portato Viadana tra le prime quattro d’Italia ed ora la doppia semifinale sarà doppio derby contro Calvisano. Il confronto tutto giallonero inizierà sabato allo Zaffanella. Ma andiamo con ordine. Entrambe le formazioni si giocavano l’intera stagione in ottanta minuti ed al termine, complice la sconfitta del Petrarca Padova in quel di Calvisano, sia Mogliano che Viadana possono prolungare la propria stagione sportiva all’inseguimento del titolo. Una sola la meta marcata in tutto il confronto, quella firmata da Andrea Barbieri che inizia con un turn over nella metà campo Viadanese, Bronzini si incunea in un corridoio vincente, imitato subito dopo Sintich bravo a rompere il placcaggio e creare l’abbrivio; l’ovale viene portato avanti da Padrò e consegnato ad Apperley che cerca Pizarro con un calcetto a scavalcare, nella lotta per conquistare il pallone è proprio Barbieri a spuntarla e Viadana va in meta per il tripudio del popolo giallonero. I restanti punti portano la firma del Man of the match Gennari che è chirurgico nel trovare i pali dalla piazzola anche dalla lunghissima distanza. Mogliano è squadra molto quadrata, muove bene l’ovale ed anche nelle fasi statiche riesce sempre ad essere incisiva. Il resto è grande intensità e ritmo oltre ad una presenza sempre abrasiva nei punti d’incontro.

ROWLAND PHILLIPS: “Mogliano è una formazione difficile da interpretare perchèlo staff è molto preparato e la squadra è di qualità. Volevamo vincere con quattro mete, ma contro questo Mogliano era veramente difficile. Questo lo sapevamo e dunque ha preso grande importanza la difesa che si è rivelata vincente. Credo – continua il tecnico gallese – che la nostra arma migliore sia stata la mentalità di un gruppo forte ed unito. Vorrei ricordare la bravura di Gennari, ha calciato davvero bene ed il grande cuore di capitan Pizarro che ha dato l’esempio e la squadra lo ha seguito. Con questo gruppo nulla ci è precluso…Mai Mular!”.

GABRIEL PIZARRO: “la sconfitta con la Lazio per noi è stata una sveglia, una lezione. Dopo aver regalato ai capitolini il primo tempo, non siamo più riusciti a recuperare e dopo quella partita ci siamo uniti maggiormente. Questo gruppo ci ha creduto fino in fondo. Voglio ringraziare i tifosi perchè ci hanno caricati al punto giusto. La cosa bella di essere uno sportivo è ricevere l’amore di una città che ci sostiene e tifa per noi”.

GIULIO CENEDESE: “É stata molto dura. L’aspetto più importate è l’unitá di intenti e la coesione tra giocatori e staff. Durante la stagione abbiamo affrontato momenti con un po’ di superficialità mentre nelle ultime uscite siamo stati concreti e cinici.

LUCA BIGI: “Partita molto dura con ritmi elevati per tutta la durata. Una prestazione che ha evidenziato grande solidità difensiva e siamo stati molto propositivi in attacco. Sono molto felice che la nostra stagione si allunghi perchè questo gruppo se la merita”.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti