Commenta

Caos Viadana, Ferreri
attacca e chiede
incontro al Prefetto

ferreri-viadana-ev

Nella foto Domenico Ferreri

VIADANA – Il Prefetto non ha ancora preso una decisione e secondo Domenico Ferreri, consigliere comunale tra i primi a contestare duramente la politica del sindaco Giorgio Penazzi, questa è una situazione inaccettabile. “Non potendo accettare la situazione che si è determinata a livello Comunale” inizia proprio così il comunicato di Ferreri “ho inviato una comunicazione al Prefetto di Mantova, per fissare un appuntamento insieme ai Capigruppo, sperando in una risposta chiarificatrice sull’attuale situazione. Il documento è stato inviato per conoscenza a tutti i capigruppo e quelli che hanno aderito alla richiesta e dato la loro disponibilità sono stati Paolo Zanazzi, Christian Manfredi e Giovanni Cavatorta. Nessuna comunicazione o disponibilità invece da parte di Rosario Villirillo (Gruppo Lista Penazzi) e Nicola Conte (Gruppo ?)”.

Ferreri attacca proprio questi ultimi. “Probabilmente a loro non interessa fornire risposte chiare al loro elettorato. In attesa di notizie da parte del Prefetto si leggono sulla stampa comunicazioni errate e confuse, come quelle del Sindaco e del consigliere Cesarina Baracca. Anche se verrà il Commissario le Elezioni Europee si terranno comunque poiché sarà il Ministero a pagare e non il Comune di Viadana. Non è assolutamente vero che se arriva il Commissario aumenteranno tutte le tasse e verranno tagliati i servizi, un’altra falsità. Dal mio punto di vista forse hanno il timore che il Commissario possa scoprire tante situazioni che fino ad oggi non sono state chiarite. Tutta la sbandierata trasparenza comincia a mancare?”

“Inoltre” chiude il comunicato “non è possibile che un Sindaco e la Giunta, sfiduciati tramite il voto contrario al Bilancio Consuntivo 2013 non abbiano ancora liberato gli uffici. Ma siamo abituati a queste posizioni. In molte occasioni il Consiglio Comunale ha votato contro le scelte della Giunta ma loro se ne sono infischiati completamente”.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti