Commenta

Viadana, martedì 20
la capigruppo che può
chiarire futuro Penazzi

comune-viadana_ev

Nella foto il comune di Viadana, che vive giorni caldi

VIADANA – E’ stata convocata a Viadana l’attesa assemblea dei capigruppo delle varie formazioni politiche che compongono il consiglio comunale. L’incontro è stato fissato per martedi 20 alle 18,30 presso il Municipio a significare che qualcosa si muove all’interno della immobilità che si era manifestata dopo il patatrac della bocciatura del bilancio consuntivo avvenuta il 30 aprile scorso.

Un altro botto, come noto, lo aveva generato il documento per chiedere la sfiducia al sindaco e per accogliere il quale è necessaria la convocazione di un nuovo consiglio comunale. Un’assemblea che avrebbe dovuto riunirsi ugualmente secondo quanto emanato dal Viminale per le modifiche da apportare in conseguenza alla restituzione di una tranche dell’Imu. Adesso la riunione diventa ancora più importante per verificare se la crisi sarà definitivamente sancita o se possa piuttosto avvenire il miracolo di un dietrofront, magari da parte di qualcuno che si assuma, attraverso il voto, il ruolo del “franco tiratore”, stavolta al contrario.

Tutto o quasi dipenderà dunque dalla convocazione dei capigruppo di martedì, dove le varie forze politiche potranno accendere ancora di più il clima, oppure provare a stemperare la tensione, aprendo ad una nuova fiducia a Penazzi (questa rimane la strada più complicata). Parimenti decisiva sarà anche la riunione che il commissario straordinario del Pd Fabrizio Santantonio ha deciso di tenere il 27 maggio fra tutti gli iscritti per cercare di far chiarezza e ordine in una situazione incredibilmente arruffata. Dall’alto potrebbe arrivare l’ordine (o il consiglio) di salvare la giunta Penazzi, ma resta da capire se a Viadana i consiglieri faranno spallucce o accoglieranno la “missiva”.

Rosario Pisani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti